Le 8 migliori armoniche a bocca – Classifica 2020

“Suona un’armonica, mi sembra un organo che…” queste famosissime parole de Il Cielo in una Stanza hanno ispirato tantissimi principianti e musicisti affermati, che hanno deciso così di avvicinarsi all’armonica a bocca ed imparare a suonarla.

Anche tu sei fra questi?

L’armonica è uno degli strumenti musicali più versatili, capaci di donare magia a tutti i generi musicali.

Imparare a suonare l’armonica non è difficilissimo: vediamo insieme come acquistare consapevolmente la migliore armonica per te!

Qual è la migliore armonica?

Anche se l’armonica è uno strumento molto semplice e basilare, capire quale scegliere non è cosa altrettanto facile.

Esistono moltissimi tipi di armonica, come la diatonica, la cromatica e l’armonica tremolo e, all’interno di ogni categoria, una si differenzia dall’altra per i materiali, la tonalità e una serie di altre caratteristiche davvero essenziali.

In questo articolo, vedremo insieme quali sono le migliori armoniche per suonare i tuoi generi musicali preferiti, spiegandoti tutti gli aspetti principali di questo meraviglioso strumento.

Iniziamo dalla lista delle nostre recensioni sulle migliori armoniche a bocca che abbiamo selezionato per te, per orientarti su quale scegliere e dove comprarla:

1. Armonica a bocca in do – Hohner

Armonica a bocca in Do Hohner

Iniziamo la nostra lista con un’armonica diatonica davvero splendida a vedersi, con un design oro e bronzo che non passa di certo inosservato.

Gli aspetti interessanti di questa armonica della marca Hohner sono:

  • Armonica a bocca a 10 fori, comodi e facili da suonare anche singolarmente.
  • Tonalità di Do maggiore.
  • Custodia Marine Band, per avere la massima igiene nel trasporto.
  • Peso di appena 90g.
  • Materiale solido e resistente.

Si tratta dunque di un’armonica di qualità top e dal suono pieno e potente, consigliata a tutti i musicisti esperti ma anche ai principianti che vogliono iniziare con il piede giusto!

2. Armonica cromatica a bocca in chiave di do – OTraki

Armonica cromatica a bocca in chiave di Do OTraki

Dal rapporto qualità prezzo veramente ottimo, questa armonica ci ha stupito per le caratteristiche che offre:

  • Armonica cromatica con ance in bronzo fosforoso, che assicura ottimo suono e una risonanza impeccabile.
  • Levetta per variare l’intonazione.
  • Accordata manualmente da artigiani esperti.
  • Design classico e materiali solidi e resistenti.
  • 10 fori che permettono di eseguire 40 note armonica.

Essa viene venduta insieme alla custodia rigida e ad un panno per pulizia compresi nel prezzo. È un prodotto adatto a tutti, anche ai musicisti più esperti, che può dare un tocco speciale alle tue performance.

3. Armonica a bocca di acciaio inossidabile – Mugig

Armonica a bocca di acciaio inossidabile in Do Mugig

Il design classico e raffinato di questa armonica è stato sicuramente l’aspetto che più ci ha colpito e spinto ad acquistarla. E abbiamo fatto decisamente bene, dato che si è rivelata uno strumento che va ben oltre l’estetica:

  • Il sistema Richeter la rende adatta a tutti i generi musicali.
  • Acciaio cromato di grande qualità, per un design classico ed elegante.
  • Piastre in rame morbido, che assorbono l’umidità.
  • Custodia inclusa, che permette il trasporto dello strumento in totale sicurezza.

A completare la panoramica, si tratta di quanto di più economico ci sia sul mercato delle armoniche a bocca. Un vero affare.

4. Armonica diatonica professionale a 10 fori – Suzuki

Armonica diatonica professionale a 10 fori Suzuki

Suzuki è una marca che da sempre si distingue nel campo degli strumenti musicali – e non solo – e quest’armonica non rappresenta assolutamente un’eccezione.

Top di gamma senza se e senza ma, è sicuramente la scelta perfetta per chiunque voglia passare ad un’armonica di maggiore qualità.

Vediamo insieme gli aspetti chiave:

  • Armonica diatonica, modello classico a 10 fori.
  • Le canne in bronzo assicurano grande facilità nel suonarla.
  • Disponibile in diverse tonalità: Do, Sol, La, Re, Fa, Si bemolle.
  • I rivestimenti in acciaio inossidabile impediscono che lo strumento si rovini a contatto prolungato con la saliva.

5. Armonica a bocca – Fender

Armonica a bocca in Do Fender

Poteva la Fender sottrarsi alla lotta tra le migliori armoniche? Certo che no!

Questo modello low cost di armonica diatonica, riesce a pieno titolo a competere con modelli che costano anche decine di euro in più. Diamo un’occhiata alle specifiche:

  • Accordata in chiave di Do maggiore.
  • Suono chiaro e singole note armonica estremamente agevoli da suonare.
  • Realizzata in acciaio cromato con pettine in resina abs idrorepellente.
  • Custodia fender inclusa, con panno per la pulizia dell’armonica.

Adatta a suonare a livello professionale tantissimi generi musicali, quali il country e il blues, è un prodotto che non può assolutamente mancare sulla scrivania di un vero amante della musica.

6. Armonica tremolo a 24 fori – OTraki

Armonica tremolo a 24 fori in Do OTraki

Ed eccoci arrivati ad un’armonica unica nel suo genere, poiché si tratta di un’armonica tremolo a 24 fori, con un suono inconfondibile e particolarmente adatta a generi musicali quali il folk e la musica tradizionale.

Ecco le caratteristiche più interessanti:

  • Armonica a bocca con 24 fori, per una maggiore varietà cromatica.
  • Il corpo in bronzo è molto resistente e non si rovina facilmente.
  • Il pettine è realizzato in resina 100% ecologica.
  • Tenuta assicurata da 15 viti di fissaggio.
  • Accordata in Do e adatta a suonare l’armonica in tutti i generi musicali.

Una chicca, che ti assicurerà grande ispirazione e voglia di sperimentare nuovi generi.

7. Armonica a 10 fori – Eastar

Armonica a 10 fori Eastar

Torniamo all’armonica diatonica, con un prodotto molto interessante che si presta molto bene ad essere utilizzato sia dagli adulti che dai bambini.

Gli aspetti principali sono:

  • Fori realizzati in bronzo fosforoso, altamente resistenti.
  • Pettine in abs totalmente impermeabile.
  • Fissaggio ottimale per ridurre le perdite di aria.
  • Suono pieno e senza sfiati.

Inoltre presenta una serie di accessori inclusi:

  • Panno per pulizia
  • Custodia rigida protettiva
  • Manuale di istruzioni

Il rapporto qualità prezzo è davvero sorprendente, considerando gli ottimi materiali di costruzione e il kit di accessori utilissimi che accompagnano questa armonica a bocca.

8. Il migliore armonica a bocca per principianti e bambini – Souidmy

Armonica a bocca  Souidmy

Siamo arrivati all’ultimo prodotto della nostra lista, un’armonica diatonica concepita per essere usata dai principianti e dai bambini, per via del costo contenuto e della facilità d’uso.

L’armonica presenta:

  • 10 fori
  • Colore nero della scocca, che dona un tocco personalità rock.
  • Adatta ad adulti, bambini e principianti.
  • Ance in lega di bronzo fosforoso, impermeabile e resistente al tempo.
  • Telaio in acciaio inossidabile.
  • Dimensioni ridotte e scatola protettiva la rendono al 100% portatile.

Si tratta di un’ottima soluzione, che consigliamo per chiunque voglia testare il proprio feeling con questo strumento ed iniziare ad impararne la tecnica, senza spendere troppo.

Come funziona l’armonica?

armonica

L’armonica a bocca altro non è che uno strumento a fiato, ossia uno strumento che produce un suono caratteristico quando “soffiamo” al suo interno.

L’armonica presenta una serie di fori, le ance, che costituiscono il centro di produzione del suono. Queste, altro non sono che delle sottili strutture in ottone (o altri metalli) che vibrano a causa della pressione esercitata dal passaggio d’aria.

Quanti tipi di armonica esistono?

Esistono decine di diversi tipi di armonica, che si differenziano per marca, dimensioni, intonazione, materiali  e chi più ne ha, più ne metta.

In termini generali, però, le armoniche si distinguono in 4 tipi principali:

  • Armonica diatonica
  • Armonica cromatica
  • Armonica tremolo
  • Armonica a ottave

Andiamo a vedere nel dettaglio in cosa differiscono tra di loro i vari tipi di armonica, per quali generi musicali sono adatti e, infine, qual è quello più adatto a te.

Armonica diatonica

Se sei un principiante che accosta la sua bocca ad un’armonica per la prima volta, allora la tua scelta deve ricadere senza dubbio su un’armonica diatonica.

Chiamate anche “Blue Harp” , in questo tipo di strumenti musicali, non hai tutte quante le note di un’ottava, ma puoi suonare soltanto le note della tonalità per cui l’armonica è accordata, secondo lo stile cosiddetto Richter. In sostanza, ciò che si va a suonare sono gli accordi di accompagnamento ad un brano.

Inoltre, soffiando e aspirando dagli stessi fori, si ottengono note differenti.

L’armonica diatonica è adatta a moltissimi generi musicali, quali Rock, Folk, Jazz, Blues, country musica tradizionale irlandese e scozzese.

Secondo la nostra opinione, un principiante dovrebbe optare per un’armonica diatonica a 10 fori con ancia singola, in tonalità di Do maggiore. Si tratta del modello più comune ed è – molto spesso – più economica.

Armonica cromatica

Si tratta della scelta perfetta per un musicista esperto. Ciò che la differenzia dalla diatonica è che l’armonica cromatica può suonare molte note in più, come bemolle e diesis. Per farlo, basta schiacciare un cursore che si trova “a portata di dito”, il quale apre un’altra ancia con altre tonalità.

L’accordatura resta per lo più quella dell’armonica diatonica.

Questo modello può essere utilizzato per suonare tutti i generi musicali, proprio in virtù del fatto che ha a disposizione praticamente tutte le note, anche se viene usata con grande apprezzamento nel Jazz, nel Soul e nella musica classica.

In questo caso, anziché suonare gli accordi come accadeva con l’armonica diatonica, ci si può sbizzarrire a suonare melodie più articolate e vari “arpeggi”.

Armonica tremolo

Principalmente impiegate nella musica tradizionale, come quella irlandese o, per restare in Italia, sarda, l’armonica tremolo produce un suono molto particolare: come dice il nome stesso, il suono è “tremolante”.

Questo è possibile perché questo tipo di armonica a bocca è costituita da due ance, una sopra l’altra, che suonano la stessa nota ma leggermente dissonante.

L’effetto sarà, appunto, quello di un suono meno netto e vibrante.

Armonica a ottave

Cugine dell’armonica tremolo, funzionano su due ance disposte in parallelo, le quali suonano la stessa identica nota, ma su ottave differenti. In questo modo si ottiene un suono pieno e corposo, che somiglia addirittura a quello di un maestoso organo.

È adatta a suonare qualsiasi genere, senza grandi restrizioni, ed è semplice da suonare come un’armonica diatonica.

Quali caratteristiche deve avere una buona armonica?

una-buona-armonica

Sul mercato puoi trovare migliaia di armoniche, quasi tutte diverse l’una dall’altra, ed orientarsi su quale scegliere rischia di diventare un vero e proprio incubo.

Concentriamoci sugli obiettivi: hai bisogno di un’armonica a bocca che suoni bene, che ti motivi a continuare ad esercitarti ogni giorno e, magari, che sia anche resistente e bella da vedere!

Per aiutarti in questa decisione, abbiamo deciso di aggiungere questa piccola guida all’acquisto della migliore armonica per te, così da comprendere bene tutte le caratteristiche di questo sorprendente strumento e, infine, scegliere con convinzione il tuo modello.

Budget

L’armonica a bocca è generalmente uno degli strumenti musicali più economici in assoluto. Possiamo dire che il suo costo oscilla tra i 5€ e i 50€.

Per capire quale sia la migliore armonica per te in base al prezzo, c’è da fare una distinzione fondamentale:

  • Se sei un principiante, il nostro consiglio è quello di scegliere un’armonica economica, al di sotto dei 15€. Questo perché, dato che stai iniziando, non è detto che scatti la scintilla con questo strumento e, optando per budget più sostanziosi, rischieresti di lasciare un’armonica costosa a prendere polvere. Inoltre puoi portarla dove vuoi senza temere che si graffi o danneggi.
  • Se sei un esperto, faresti bene ad avere due diverse armoniche: una più economica da usare in casa o fuori casa per esercitarti, più un’altra armonica di alta qualità per le tue performance live.

In entrambi i casi, un’armonica a bocca poco costosa è una scelta obbligata, da utilizzare anche solo come strumento “da battaglia”. Sta a te, poi, valutare se hai bisogno di un’armonica più professionale da affiancarle, da usare nei tuoi live.

La tonalità

Questo è un punto molto importante da capire quando ti appresti ad acquistare una nuova armonica.

Devi sapere, infatti, che ogni armonica ha una sua chiave, una sua tonalità nativa e questo strumento potrà suonare solo delle specifiche tablature armonica ad esso dedicate.

Le armoniche possono essere in 7 tonalità: Do, Sib, La, Re, Mi, Fa e Sol.

Nota bene che, in questo caso, stiamo parlando dell’armonica diatonica, in quanto la cromatica può suonare in tutte le tonalità!

Ma quindi, se acquisto un’armonica in Do, come faccio a suonare tutte le canzoni che voglio?

Purtroppo, questo non è possibile. Per poter suonare ogni canzone, dovrai acquistare diversi tipi di armonica, che ti permettano di coprire le diverse tonalità di cui hai bisogno.

Cromatica o diatonica?

Abbiamo già parlato di questa distinzione in linea generale, ma adesso cerchiamo di capire insieme quali sono i pro e i contro dell’uno e dell’altro tipo, così da orientarti verso il modello che possa meglio soddisfare le tue aspettative.

La classica armonica a bocca in Do che hai visto molto spesso nominata nella nostra lista dedicata alla migliore armonica, è una diatonica.

L’armonica diatonica ha a suo vantaggio tre punti principali:

  • È più facile da suonare.
  • Con la pratica, potrai dare alle tue esibizioni un sacco di sfumature, come il classico tocco blues alla Bennato, che non è possibile applicare all’armonica cromatica.
  • È un’armonica decisamente più economica.

Tuttavia, essa ha un grosso contro: non può essere suonata in tutte le tonalità e questo limita moltissimo le canzoni e le tablature armonica che puoi suonare. Certo, è possibile apprendere la tecnica del bending, che ti permette di eseguire anche i semitoni, ma ti assicuro che è davvero molto complessa da padroneggiare.

L’armonica cromatica ti permette di suonare in diverse tonalità, senza alcuna limitazione. Basta, infatti, premere un pulsante posizionato sul lato dello strumento per cambiare chiave. Premendolo a metà, avrai accesso anche a tutti i semitoni.

Questo è un vantaggio gigantesco ma, purtroppo, l’armonica cromatica ha anche diversi contro:

  • È molto difficile imparare a suonarla.
  • Non puoi dare effetti “blues” durante l’esecuzione.
  • È complicato trovare delle tablature armonica dedicate alla cromatica.

Insomma, non esiste una risposta univoca su quale dei due tipi di armonica sia migliore. Tutto ciò che puoi fare è valutare i pro e i contro e scegliere il modello che si adatta più alle tue esigenze.

Caratteristiche aggiuntive

Gran parte delle armoniche sono vendute sotto forma di “set”, questo significa che assieme allo strumento ti arriverà tutta una serie di accessori utili alla cura e alla manutenzione della tua armonica a bocca.

Ma quali sono gli accessori più comuni che possiamo trovare?

  • La custodia: può essere in metallo, plastica e talvolta in legno. È quasi sempre rigida, in modo da garantire protezione totale dagli urti e permetterti di portare la tua armonica sempre con te, ovunque tu vada.
  • Panno per la pulizia: di solito in microfibra, per una pulizia dello strumento sempre ottimale.
  • Manuale dell’utente: ti dà delle indicazioni su come funziona l’armonica che hai acquistato e, molto spesso, è accompagnato ad una piccola guida su come imparare a suonare l’armonica.

Tieni presente che, di solito, le armoniche più costose non sono vendute con una custodia protettiva inclusa e sarai costretto ad acquistarla separatamente. In questo caso assicurati di scegliere un prodotto solido e resistente al tempo, così che la tua armonica di valore resti protetta al 100%, senza correre rischi.

🎼È difficile imparare a suonare l’armonica?

Ad un primo impatto potrebbe sembrare di sì, ma la mia risposta è no, non è difficile imparare a suonare l’armonica. Non tanto per lo strumento in sé, quanto per il fatto che è totalmente portatile e puoi esercitarti ovunque e con facilità, favorendo notevolmente la pratica quotidiana. Questo permette di imparare molto più velocemente rispetto ad altri strumenti musicali!

🎼 Si può lavare l’armonica?

L’armonica si DEVE lavare! Il lavaggio è molto semplice e deve diventare una routine quotidiana, dato che questo strumento si riempie molto facilmente di saliva. Per lavarla, ti basta sciacquarla con acqua tiepida dalla parte dei fori e poi rivolgerli verso il basso, per far fuoriuscire tutti i residui di acqua.

🎼 L’armonica è più difficile da suonare della chitarra?

La chitarra è più semplice da imparare, ma più difficile da padroneggiare, a meno che tu non abbia un talento innato. Tra tutti gli strumenti, la chitarra è il più semplice, il piano è il più utile per capire la teoria musicale, il violino il più difficile (ma soddisfacente) e l’armonica è lo strumento da suonare ovunque tu voglia!

🎼 Suonare l’armonica ha benefici sulla salute?

Suonare l’armonica può avere numerosi benefici sulla salute, come imparare a respirare correttamente e migliorare il tuo respiro. In questo modo si può riuscire ad aumentare la potenza dei polmoni, così come la capacità. Inoltre può aiutare a ridurre lo stress, l’ansia e la depressione.

🎼 L’armonica fa bene per i polmoni?

L’armonica serve ad allenare i muscoli respiratori, quelli utilizzati per far entrare e fare uscire l’aria dai polmoni. Ma non solo: suonare l’armonica con costanza rafforza i muscoli addominali e questo migliora il riflesso della tosse, che ci aiuta a liberare i polmoni.

Lascia un commento