I 7 migliori cajon – Classifica 2020

Ti sei innamorato di quello strumento a forma di scatola?

Suoni la batteria e cerchi un’alternativa da portare sempre con te e da poter suonare in ogni luogo?

Hai sentito parlare del cajon e stai valutando se prenderlo o no?

Non sai quale scegliere o dove comprarlo?

Meglio uno economico o uno più costoso?

Niente panico!

Troverai tutte le risposte nel nostro articolo e in pochi minuti saprai come scegliere il miglior cajon in base alle tue esigenze!

Qual è il miglior cajon?

Il vantaggio di vivere nell’epoca odierna è la possibilità di poter scegliere tra una vasta gamma di prodotti.

Il problema? Troppa scelta può creare confusione.

Per individuare l’opzione migliore occorre conoscere i diversi modelli presenti in commercio e le loro caratteristiche.

Ad esempio?

La differenza tra l’impiego di un materiale e un altro, i pro e i contro di modelli standard e compatti, le diverse tipologie di strumento esistenti.

In questo modo non solo potrai selezionare il prodotto con le caratteristiche più adatte a te, ma saprai anche capire se l’oggetto vale il suo prezzo.

1. Cajon PEARL – PBC-507 Stile Gitano

Cajon-PEARL

Ti piace l’idea di un’estetica super gitana?

Allora vale la pena valutare il prodotto della marca PEARL, con un’attraente finitura marrone zigano.

Oltre al look interessante, offre la funzione cordiera “attivata” o “disattivata” per molteplici possibilità di esecuzione e totale versatilità.

Fornisce suoni bassi profondi e un timbro tagliente.

Costruito in pino asiatico è l’ideale per chi si avvicina per la prima volta allo strumento.

Le dimensioni sono di 31 x 51 x 31.5 cm e il timbro è tagliente, con bassi profondi.


2. Cajon Tamburo Ammoon Di Colore Blu

Cajon-ammoon

Se desideri un dispositivo particolarmente compatto, ti consigliamo di prendere in considerazione questo modello.

Grazie alle dimensioni risulta perfetto non solo per gli adulti, ma anche per i bambini.

In dotazione troviamo una custodia per il trasporto e lo stoccaggio, per una totale comodità.

Realizzato in legno e con texture di colore blu, presenta numerose corde interne per effetti speciali.

La tensione delle corde può essere regolata per ottenere il suono desiderato e la chiave a brugola è inclusa.

4 piedini in gomma migliorano la stabilità dello strumento.


3. Cajon Con Snare Estraibile Sela SE 051

Cajon-Sela

Cerchi un prodotto con un ottimo rapporto qualità prezzo?

Direttamente dalla Germania arriva il Sela SE 051, con corpo in betulla extra-spesso da 15 mm e a 11 strati!

Dotato di speciale Clap Corner Sound e di sistema Sela Snare estraibile e rullante regolabile, misura 47 x 30 x 30 cm.

Bassi potenti, rullante incisivo e possibilità tonali extra.

Anche l’estetica è particolarmente interessante!

In questo caso abbiamo il frontale color marrone, ma è possibile scegliere anche altri colori più vivaci, come il rosso, il verde o il blu.


4. Cajon Con Borsa Xdrum In Stile Peruviano

Cajon-XDrum

Semplice, minimal ed estremamente elegante nel suo colore naturale!

Si tratta di un dispositivo con superficie battente avvitata e realizzato in tiglio.

Si tratta di legno multistrato di prima scelta, con costruzione afro-peruviana.

Offre effetto rullante con corde accordabili, buca posteriore, bassi molto potenti.

Il peso è di soli 3,9 kg, mentre le dimensioni sono pari a 49 x 30 x 30 cm.

In dotazione troviamo borsa per il trasporto e chiave a brugola.


5. Cajon Percussion Meinl Percussion HCAJ100NT Headliner

Cajon-Meinl

Dalla serie Headliner vediamo questo modello semplice ed elegante in legno di betulla baltica.

Dotato di due cordiere interne, è perfetto per il flamenco e la world music.

Ottimo per accompagnamento ritmico nei casi in cui non è possibile usare una batteria.

Esteticamente è molto minimal, semplice ed elegante, color legno naturale e con finitura opaca.

Per quanto riguarda le dimensioni corrispondono a 30 x 46 x 30 cm, mentre il peso è di 3,6 Kg.


6. Cajon Made In Germany Cajon-Direkt

Cajon-Direkt

Vuoi un suono del cajon moderno ideale per rock e pop?

Sei alle prime armi e ti farebbe comodo un breve corso introduttivo?

Direkt include nell’acquisto il manuale “Imparare a suonare il cajon giocando”.

Grancassa piena, rullante ricco e pieno di ritmo con 25 spirali, è un’ottima opzione per i principianti che desiderano suonare brani moderni pop e rock.

A differenza dei classici cajon flamenco, il suono dei modelli moderni è infatti molto simile a quello di una batteria.

Realizzato in faggio, questo prodotto ha un’estetica semplice ed elegante.


7. Cajon Compatto Aklot

Cajon-Aklot

Sempre per chi desidera un dispositivo compatto, vediamo anche la proposta di Aklot, con dimensioni ridotte di circa 43 x 30 x 30 cm e pesi di circa 3 Kg.

I rullanti interni sono regolabili a doppio set ed è possibile regolare il tamburo con una chiave a brugola per ottenere diversi effetti.

I 4 piedini rendono il dispositivo non solo stabile, ma isolano le vibrazione da terra mantenendo un suono chiaro.

Utilissima la custodia per il trasporto in dotazione.


Cos’è il cajon?

E’ uno strumento a percussione originario del Perù, a forma di scatola.

Le parti che lo compongono sono: la struttura portante (parti laterali), il sopra e il sotto, pannello anteriore e posteriore.

I punti più importanti, almeno per quanto riguarda il suono, sono il pannello anteriore e posteriore.

Solitamente è fatto di legno, a volte a strati.

Tra i legni più usati troviamo betulla, acero e faggio e alcuni produttori possono utilizzare diversi legni per le varie parti.

Si suona sedendosi a cavalcioni e inclinandolo leggermente.

Il suono è prodotto dal battito delle mani, da tocchi o rotolamento delle dita.

Alcuni musicisti usano strumenti leggeri come le spazzole, altri usano persino dei bastoni, ma in linea di massima è uno strumento nato per una percussione manuale.

La bellezza della scatola e il modo in cui è costruita offre una gamma di suoni che può essere ottenuta puramente a mano.

Lo sviluppo delle tecniche può richiedere del tempo e molta pratica, ma ne vale la penna: è uno strumento molto creativo e divertente.

Nei modelli moderni troviamo delle corde interne allungate o molle a spirale premute contro la parte superiore, per offrire lo stesso “ronzio” di un rullante tradizionale.

E’ possibile ottenere diversi timbri in base alla zona che si colpisce.

Anche cambiare la forma della mano o il lato della mano con cui si suona offre suoni diversi.

Generalmente troviamo un grande foro di risonanza, ottimo per chi suona in una grande band.

In questo caso potrebbe servire un condensatore posizionato nelle vicinanze.

Oggi stanno comparendo sul mercato anche delle opzioni elettroniche.

Troviamo le varianti semi-acustiche, che dispongono di preamplificatore integrato e pick up, e altre che sono interfacciate digitalmente e possono essere suonate come una batteria elettronica.

Anche la buca può essere manipolata per cambiare il tono.

Lo strumento è originario del Perù.

Nel XVII secolo, alcune popolazioni provenienti dall’Africa si stabilirono in Perù.

Non avendo strumenti e desiderando esprimersi musicalmente, iniziarono a suonare per accompagnare i propri canti usando le casse del pesce per creare le ritmiche e le suonavano standoci seduti sopra.

Tutt’oggi i modelli tradizionali tendono a mantenere una costruzione semplice.

Ovviamente non manca l’evoluzione anche di questo strumento, che oggi vanta molte varianti!

Troviamo il modello flamenco, usato appunto per questo genere musicale, ma anche i modelli moderni.

Oggi tutto può essere suonato con il cajon: il pop, il funky, persino il jazz e il blues.

Quali sono i vantaggi di un cajon?

  • Ha delle dimensioni decisamente inferiori rispetto a un kit di batteria, ma consente comunque quasi lo stesso scopo: ha una vasta gamma di suoni che consente agli utenti di creare ritmi complessi.
  • Il basso prezzo, rispetto a una batteria completa, lo rende interessante anche dal punto di vista economico.
  • Molti ritengono che siano più facili da suonare, anche se ovviamente richiedono un po’ di ritmo naturale e abilità.
  • Non richiede l’uso di bacchette e per alcune persone risulta più naturale suonare direttamente con le proprie mani: o strumento diventa un’estensione del musicista stesso.
  • Il processo di apprendimento risulta molto più naturale proprio perché non richiede di tenere in mano un attrezzo nel modo corretto.
  • Sono molto portatili grazie alle loro dimensioni ridotte e possono essere usati in qualsiasi luogo senza problemi di spazio. Anche i tamburi a mano sono portatili, ma questo strumento è probabilmente più versatile e permette anche di sedercisi sopra.
  • È molto più resistente di un tradizionale tamburo a mano e richiede meno manutenzione.

Guida all’acquisto del miglior cajon

cajon

Quando ci si accinge ad effettuare un acquisto occorre porre attenzione a diversi fattori.

In questo caso dovremo valutare attentamente costruzione e materiali impiegati, dimensioni, suono, rullante e anche il prezzo.

Costruzione

Quasi tutti i modelli moderni sono realizzati con corpi in MDF o compensato, con tavole armoniche in legno massello anch’esse in compensato.

MDF o fibra di legno a media densità non sono il massimo.

Non offrono infatti molta robustezza, quindi risultano più fragili.

Se vuoi un dispositivo più economico in MDF, meglio dotarsi di una buona custodia per proteggerlo dagli urti.

Lo strumento è così semplice e minimal che esistono anche dei kit di montaggio per costruire un cajon.

L’idea di un cajon artigianale fai-da-te può sembrare interessante, ma secondo la nostra opinione è meglio rivolgere la propria attenzione ai prodotti già “pronti”, almeno se non si è degli esperti di strumenti dotati di un’ottima manualità nel fai-da-te.

Lo strumento è facile da costruire, ma è altrettanto facile sbagliare e un piccolo dettaglio fuori posto potrebbe comprometterne la qualità.

Se vuoi risparmiare ci sono modelli per principianti che costano molto poco.

Dimensioni

La dimensione standard è di circa 45-50 cm x  30 x 30.

Tutti i modelli al di sotto di queste misure sono considerati compatti.

Le opzioni compatte sono più leggere, più piccole e più facili da trasportare.

Si consiglia di valutare bene l’acquisto anche in base all’altezza dell’utilizzatore.

Dovendo suonare seduti sullo strumento, gli utenti alti potrebbero trovarsi scomodi.

Prezzo

Ci sono molte fasce di prezzo.

Troviamo modelli low cost per un uso amatoriale o per i principianti, passando a prodotti di fascia media con una costruzione solida e suoni di qualità, adatti ad esibizioni su un palco.

Man mano che il prezzo sale troviamo qualità superlativa, suoni migliori ed eventualmente delle funzioni extra, come l’elettronica.

Suono

Da cosa dipende la qualità del suono?

La costruzione è fondamentale.

Le dimensioni sbagliate uccidono i suoni.

Le tavole incollate male possono vibrare quando non dovrebbero.

Gli angoli acuti o altre parti non sono a filo non sono decisamente graditi.

La tavola armonica dovrebbe essere un pezzo di legno duro sottile ma solido di legno o compensato.

La densità del legno aiuta a riflettere e amplificare i suoni, in particolare il tono dei bassi.

Per assurdo l’MDF nel corpo può aiutare ad amplificare e riscaldare i toni bassi: non troverai però una tavola armonica in MDF, in quanto non resisterebbe ai colpi!

Rullante

Per quanto riguarda il suono rullante, troviamo tre grosse famiglie.

Il classico modello peruviano (tradizionale) ha la sola struttura in legno.I Troviamo poi i modelli a corda, detti flamenco, che utilizzano delle serie di corde metalliche avvolte (come quelle di una chitarra) e a volte anche dei sonagli.

Questi accessori aggiuntivi si trovano all’interno e variano il timbro.

Il rullante risulta incisivo, scattante e acuto.

L’altro sistema si chiama “snare” (rullante) e utilizza delle serie di fili a spirale che toccano parzialmente l’interno della tavola armonica.

In questo caso abbiamo toni meno taglienti e aggressivi, con più sfrigolio.

In questo caso la cordiera può essere messa sia internamente che esternamente.

Se inserita esternamente la troviamo montata su una struttura di legno a parta attaccata poi con del velcro.

Quando si trova all’interno possiamo avere tre varianti.

Può essere tagliata e poggiata sulla tapa, intera con posizionamento verticale, o intera con posizionamento orizzontale.

|Cajon in spagnolo significa “cassa” e lo strumento prende quindi nome dalla sua forma!

Si può suonare un cajon con le bacchette?

L’uso delle bacchette può essere comodo e offrire maggiori opzioni per una maggiore creatività.

Si può quindi combinare l’uso delle mani e delle bacchette, usare solo le mami o usare solo le bachette.

È difficile suonare un cajon?

E’ uno strumento musicale pratico, portatile, non occupa molto spazio ed è abbastanza facile da imparare.

Si può suonare stando seduti e sarà sufficiente imparare il rullante di base (bordo superiore) e i suoni di basso (al centro) per iniziare a suonare i primi ritmi semplici.

Qual è il legno migliore per il cajon?

Il faggio è un buon legno che produce una vasta gamma di toni.

Alcuni produttori utilizzano il mogano o altri legni duri, che offrono un buon suono sia nei bassi che negli alti.

Il rovere è un legno molto duro e rinomato per il suo volume, non è un’opzione molto usata, ma talvolta la si trova.

Cosa c’è all’interno del Cajon?

All’interno di un tradizionale modello peruviano c’è… niente!

Spesso la scatola è assemblata in modo ottimale e con buoni materiali, tanto da non richiedere rinforzi angolari o altri supporti.

Conclusioni

Come abbiamo visto esistono davvero molti modelli, adatti per diversi generi musicali, per diversi utenti e anche per diverse… tasche.

Non abbiamo però parlato di estetica!

Certo, non è il fattore primario di scelta, ma una volta selezionati i prodotti più in linea con le nostre necessità potremmo anche valutare il design.

Se la maggior parte delle offerte presenta dispositivi molto semplici in legno naturale, alcuni produttori puntano anche ad un estetica particolare.

Non mancano infatti modelli con texture particolari e colorati.

Oltre ai vari colori “legno”, troviamo infatti varianti vivaci, come il rosso, il blu o il verde.

Ultimo fattore da considerare è anche l’eventuale presenza di accessori in dotazione.

Alcuni produttori offrono una comoda custodia utile per il trasporto e per proteggere lo strumento.

Lascia un commento