I 10 migliori microfoni a condensatore per registrazioni e podcast

Stai cercando un microfono per cantare o suonare e registrarti a casa?

Oppure desideri un microfono per registrare podcast o video con audio migliori di quelli che ottieni con i microfoni integrati?

Vuoi un microfono portatile o devi tenerlo fisso in casa?

Allora ti serve il miglior microfono a condensatore!

Sicuramente là fuori c’è il prodotto perfetto per te, l’importante è saperlo individuare.

Per capire quale scegliere occorre porsi le domande giuste e saper comprendere la scheda tecnica del dispositivo.

Ci sono infatti prodotti adatti ai diversi tipi di utenti, sia in base alle attività che verranno svolte, sia in base al loro livello.

Qual è il miglior microfono a condensatore?

Innanzitutto occorre individuare il tipo di prodotto più adatto al proprio scopo.

In ambito musicale è preferibile optare per un “classico” modello che prevede collegamento a schede audio, amplificatori o mixer.

Chi desidera collegarsi direttamente al proprio computer per podcast, gaming, chat e simili, può oggi optare per un microfono pc, ovvero un particolare modello con connessione USB che non necessita di altro hardware.

Ovviamente ci sono anche diverse fasce di prodotti, che possono avere prezzi notevolmente diversi.

Non tutti hanno però bisogno di investire in un microfono professionale, ma possono trovare più che soddisfacente la qualità offerta da dispositivi più economici e che migliorano nettamente la qualità rispetto a quelli integrati.

1. Microfono A Condensatore Professionale Rode NT2-A

microfono-a-condensatore-Rode-NT2-A

Desideri un modello a doppio diaframma largo e con ingresso XLR?

Vuoi anche gli accessori?

Ecco allora un’offerta decisamente allettante.

La Rode è una delle marche più amate da chi desidera un prodotto abbordabile ma valido.

Nella confezione troviamo in dotazione il supporto antiurto SM6 da attaccare all’asta compreso di pop-filter, un cavo XLR e anche una bustina in tessuto.

Il prodotto è progettato e realizzato in Australia ed è coperto da una garanzia di ben 10 anni!

L’NT2 è ottimo per chi desidera utilizzare diverse figure polari: è infatti possibile utilizzarlo con figura cardioide, omnidirezionale e a figura di 8.

Praticamente avrai 3 microfoni in uno e potrai modificare la figura polare tramite un semplice tasto.

Per un utilizzo ottimale, viene messo a disposizione un video didattico scaricabile, in cui un noto produttore musicale mostra diverse tecniche di registrazione specifiche da utilizzare con l’NT2-A.

Più costoso dei tipici prodotti per principianti, si rivela ottimo anche per utenti intermedi o per particolari utilizzi degli avanzati.


2. Microfono A Condensatore Con Filtro Rode NT-USB

microfono-a-condensatore-Rode-NT-USB

Vuoi collegare microfono al pc o ai gadget in modo semplice e pratico?

L’NT-USB ha, proprio come intuibile dal nome, una connessione USB, che permette la connessione diretta con il computer o anche con il proprio iPad.

Si tratta di un modello con pattern polare di tipo cardioide, con una risposta in frequenza da 20Hz a 20kHz.

Il dispositivo si presenta con un treppiede per poterlo appoggiare in modo pratico sulla propria scrivania.

Il filtro anti pop è incluso, così come il cavo USB da ben 6 metri e una custodia.

Particolarmente apprezzato e consigliato per podcast, doppiaggi e chitarre acustiche, si presenta in un classico colore nero antracite.

Sul dispositivo troviamo un ingresso minijack per le cuffie e due regolatori di volume: uno per il volume di ingresso e uno per il volume delle cuffie.

Sarà così possibile ascoltarsi e anche seguire musiche o altri strumenti direttamente dal proprio pc o i-Pad.


3. Microfono A Condensatore USB Streaming Blue Yeti

microfono-a-condensatore-Blue-Microphones

Noto marchio produttore di microfoni, Blue arriva sul mercato anche con un modello USB: lo Yeti, un microfono stilizzato nel design e dall’estetica decisamente particolare.

Ottimo per registrazioni e streaming su PC o Mac, ha una connessione di tipo USB.

All’interno troviamo 3 capsule, che permettono di impostare 4 diverse figure polari: omnidirezionale, cardioide, figure-8 e bidirezionale: un sacco di opzioni in un unico prodotto!

Basterà muovere l’apposita rotellina per impostare il pattern preferito.

Abbiamo anche la manopola del gain, un supporto da scrivania, un pulsante di attivazione dell’audio, la manopola del volume e l’uscita cuffie.

Un prodotto più che ottimo per i principianti, ideale per podcast, produzioni YouTube, streaming di giochi e musica.

Il suono offerto è nitido e cristallino e, se graditi, altri accessori possono essere acquistati sia singolarmente che tutti insieme sempre dal brand Blue.

Tra gli accessori extra acquistabili troviamo il braccio e il supporto di sospensione.


4. Microfono A Condensatore Da Studio Audio-Technica AT2020

microfono-a-condensatore-Audio-Technica

Audio-Technica è sicuramente un nome abbastanza noto nel mondo dell’audio.

L’AT2020 è un modello “tradizionale”, ovvero con connessione XLR.

La sua particolarità è il diaframma a massa ridotta, appositamente progettato per offrire un’estesa risposta in frequenza estesa e un’eccellente risposta ai transienti.

Promette anche una facile gestione degli alti livelli di pressione sonora, nonché un’ampia gamma dinamica.

Costruito con materiali robusti per una lunga durabilità, include anche un supporto per asta e una custodia ad astuccio per poter essere riposto e mantenuto al sicuro nei momenti di inutilizzo.

Parliamo di un modello con figura polare di tipo cardioide, con risposta in frequenza 20Hz – 20kHz e sensibilità di 37dB (14.1 mV).

L’impedenza è pari a 100 Ohm e il massimo livello di segnale in ingresso è pari a 144dB.

Dimensioni e peso corrispondono rispettiva mente a 162 x 52mme 0,345 kg.


5. Microfono A Condensatore Con Treppiede Trust Gaming Emita GXT 252

microfono-a-condensatore-Trust-Gaming

Cerchi un modello per il gaming?

Dal nome già si capisce che questo articolo è stato studiato proprio per questo utilizzo!

La figura polare è di tipo cardioide ed è possibile registrare voce e musica con qualità e intensa, eliminando i rumori di fondo.

Ottimo per i gamer ma non solo!

Può essere utilizzato anche per podcast, vlog, voci fuori campo, streaming su YouTube Facebook, e altri social.

Per utilizzarlo è sufficiente collegare il cavo USB al proprio portatile o al PC.

Dotato di un grande filtro pop, presenta anche un cappuccio in schiuma, ottimo per eliminare il suono del vento e consentire l’utilizzo anche in esterno.

Incluso troviamo anche un treppiede metallico, nonché il supporto ammortizzato e il cavo USB.

La resistente custodia in alluminio ne permette il trasporto in sicurezza.

I dispositivi compatibili sono PC o computer portatili con porta USB e Windows 7, 8, 10.


6. Microfono A Condensatore Con Braccio Tonor TC20

microfono-a-condensatore-TONOR

Un prezzo sicuramente interessante, che offrirà la possibilità anche ai principianti di iniziare a migliorare la propria qualità audio e avvicinarsi al mondo dei microfoni a condensatore.

Questo è un modello con connessione XLR, quindi il dispositivo andrà collegato a un hardware con phantom power (preamplificatore, scheda audio, mixer,…)

Ideale per registrazioni, podcasting, voice over, streaming, produzione video per YouTube e simili, offre un’ampia gamma dinamica, con un suono caldo, chiaro e naturale.

Il TC20 è un cardioide, che sopprime in modo eccellenti tutti i suoni e rumori fuori asse.

Non mancano anche gli apprezzatissimi accessori!

Troviamo infatti un braccio metallico da scrivania, il filto anti-pop, il supporto a sospensione, il filtro in spugna per esterni e un cavo XLR.

Il braccio può essere esteso, piegato e anche fatto ruotare di 360 gradi!

Non mancano ovviamente il manuale utente, la garanzia e anche 4 pratiche fascette.


7. Microfono A Condensatore Per Computer Tonor

microfono-a-condensatore-TONOR-USB

Torniamo da Tonor, questa volta con un modello USB.

Compatibile sia con Mac che con Windows, può essere collegato direttamente al computer tramite cavo USB, senza bisogno di altri hardware.

Il diaframma da 16mm offre un suono chiaro e nitido, che i principianti sapranno sicuramente apprezzare.

Sarà possibile migliorare la qualità dei propri podcast, video, gaming e chat.

Il pattern polare è quello più utilizzato nei condensatori, ovvero quello cardioide.

Molto pratico l’interruttore multifunzione che permette di attivare il dispositivo e di modificarne il volume.

Ci sono accessori? Certo che sì, e non pochi!

Troviamo il braccio a forbice regolabile, ottimo per essere installato alla propria scrivania, il supporto per asta sospeso, un filtro anti-pop e uno anti-vento.

Non mancano il cavo USB e il manuale per l’utente.

Il dispositivo non è però compatibile con Xbox.


8. Microfono A Condensatore Neewer NW-700

microfono-a-condensatore-Neewer

Passiamo a Neewer!

Vuoi un modello con collegamento XLR ma non hai una scheda audio o un mixer dotati di phantom power?

Ecco che Newwer pensa a te: incluso nel kit troviamo infatti un apposito alimentatore 48V!

Ovviamente è dotato del suo alimentatore da collegare alla presa elettrica.

In questo caso il collegamento andrà effettuato da mic ad alimentatore phantom e poi da alimentatore phantom a hardware con ingresso audio di varie tipologie (in base al cavo scelto, XLR/XLR, XLR/jack, XLR/mini-jack…)

Inoltre, non mancano: il braccio di ferro a forbice, l’anti-pop, l’anti-vento, il supporto a sospensione, il cavo XLR da 3,5 metri.

Vediamo ora le caratteristiche del NW-700.

E’ un cardioide, che cattura principalmente il suono frontale, minimizzando quello posteriore.

NON è compatibile con Mac, né può essere utilizzato con telefoni o computer da tavolo.

Il morsetto da tavolo ha un’apertura massima pari a 4,5 cm, quindi meglio controllare che sia compatibile con la propria scrivania.

Nel complesso parliamo di prodotto con ottimo rapporto qualità prezzo che ha già conquistato numerosi principianti.


9. Microfono A Condensatore Con Supporto Da Tavolo UHURU

microfono-a-condensatore-UHURU

Da Uhuru vediamo un modello perfetto per i principianti che cercano un buon modello per PC.

La risposta in frequenza è uniforme e flat, e va da 30Hz a 16kHz.

Il produttore ne consiglia l’utilizzo per chat di gioco, doppiaggio e voice over, assicurando un suono fedele e un audio chiaro e cristallino.

Non c’è bisogno di schede audio o altri hardware: basterà infatti collegare la presa alla porta USB iniziare subito la propria avventura.

Il cavo USB ha inoltre una doppia schermatura che riduce le interferenze.

Compatibile con la maggior parte dei portatici e PC, necessita di adattatore OTG (non incluso) per poter essere collegato al proprio smartphone.

Per essere sicuri della compatibilità ci si può rivolgere al produttore per avere la certezza al 100% di comprare un dispositivo adatto.

La figura polare è cardioide e il diaframma è da 16 mm.

Non mancano gli utili accessori: stand da tavolo, cavo, supporto microfonico, pop filter e anti-vento.


10. Microfono A Condensatore Per Podcast Yanmai

microfono-a-condensatore-Yanmai

Cosa piace dei modelli USB?

Che non richiedono altri dispositivi per poter essere utilizzati!

Se desideri un cardioide per streaming, podcast, video chat e simili, probabilmente non vorrai investire molto denaro per acquisire anche una scheda audio.

Ecco quindi che anche Yanmai offre il suo prodotto USB: basterà collegarlo al proprio computer e iniziare subito a utilizzarlo.

Il costo è decisamente interessante e, sebbene non adatto ai professionisti, saprà offrire delle prestazioni ottimali per i principianti.

Non è compatibile con telefoni e Xbox, ma può invece essere utilizzato in altri numerosi campi: strumenti musicali, trasmissioni, podcast, interviste, registrazioni vocali, video conferenze, chat online, Skype, …

E gli accessori extra?

Sono inclusi!

Cavo USB ad alta velocità da 1,5 metri, filtro anti vento, pop filter e treppiede da tavolo con supporto e collo ruotabile a 360 gradi, facilmente richiudibile e trasportabile.


I due tipi di microfoni a condensatore

Microfoni-A-Condensatore

Iniziamo con una suddivisione in base al diaframma.

Ogni tipologia ha i suoi pro e contro e può essere più o meno indicata per diversi scopi.

Alcuni musicisti utilizzano addirittura le due tipologie in contemporanea, per poi miscelare le due registrazioni nella propria DAW.

Microfoni a condensatore a diaframma largo

Sono quelli con un diaframma di 2,5 cm o più.

Il suono risulta più caldo e le basse vengono piacevolmente accentuate.

La risposta in frequenza è meno consistente, il che, in un dispositivo di qualità, porta un’aggiunta di colore.

Il rumore di fondo è inferiore e l’utilizzo principale avviene per le registrazioni vocali.

Microfoni a condensatore con diaframma stretto

Hanno un diametro che si aggira intorno al centimetro e la loro forma è più simile a quella dei dinamici.

Possono infatti essere posizionati su un supporto per dinamico, mentre i modelli a diaframma largo hanno degli appositi supporti da applicare all’asta.

Ottimi per overhead e strumenti, sono più “realistici”, quindi lavorano bene se la fonte sonora è già di ottima qualità.

Altro fattore da considerare è il tipo di figura polare.

Cos’é? In parole povere è il raggio di azione.

La tipologia più diffusa è la cardioide, che prende il nome da “cardio” e quindi da “cuore”.

Cosa significa?

Che posizionando il mic di fronte a sé, esso capta tutti i suoni frontali, parte di quelli laterali e nessuno di quelli sul retro.

Gli omnidirezionali captano a 360 gradi, mentre i bi-direzionali, detti anche figure-8, percepiscono fronte e retro, ignorando i “lati”.

Alcuni modelli permettono anche di cambiare la figura polare tramite un apposito tasto.

Ogni figura polare può essere più o meno adatta in base al tipo di registrazione che di deve effettuare.

Nel caso di una singola persona che deve registrare voce o strumento, il pattern preferibile è quello a cardioide, che tende a riprendere il suono frontale.

Cosa cercare quando si deve acquistare un microfono a condensatore a basso prezzo

Fortunatamente, oggi si possono comprare prodotti di qualità senza dover investire cifre da capogiro.

Tra i vari dispositivi economici occorre però saper distinguere non solo quelli scarsi da quelli buoni, ma anche saper scegliere la tipologia più adatta ai propri scopi.

Vediamo insieme i fattori principali da considerare.

Connessione

Dove devi collegare il dispositivo?

A un mixer? A una scheda audio? A un computer?

Chi si deve collegare a un mixer o a una scheda audio, dovrà cercare un modello con connessione XLR, ovvero il tipico cavo microfonico con “tre dentini”.

Oggi, con l’evolversi della tecnologia, troviamo anche dei modelli che si possono collegare direttamente al computer tramite USB.

Questi modelli sono molto comodi per i gamer o per chi vuole migliorare la qualità audio durante chiamate skype e simili.

Oggi sono molto in voga anche per i podcast.

Per scopi musicali si predilige in genere un modello con connessione XLR.

Risposta in frequenza

Cos’è?

E’ il modo scientifico per descrivere a analizzare l’altezza di una nota.

Ogni suono viene prodotto da una variazione della pressione attraverso l’aria o altri mezzi.

Più onde sonore abbiamo, più “alta” sarà la nota.

La frequenza viene misurata in Hertz (Hz)

Prendiamo ad esempio la nota LA.

Essa corrisponde a 440Hz, che significa che produce 440 onde sonore ogni secondo.

L’orecchio umano può percepire tutti i suoni che si trovano in un range che va dai 20 ai 20.000 Hz.

Ogni frequenza percettibile dovrebbe essere rappresentata accuratamente e, alcuni modelli, possono prevedere particolari concentrazioni su una determinata area dello spettro delle frequenze, così come potenziarne alcune particolari aree per offrire un suono unico.

Se utilizzerai il microfono solo per te, potresti preferire un modello che lavora su particolari frequenze in base al tuo timbro vocale, al tuo strumento o alle tue preferenze.

Se prevedi un utilizzo misto, meglio un dispositivo “flat”, che potrai comunque modificare in seguito dalla tua DAW.

Consistenza

microfono-a-condensatore

La marca che hai scelto ha una buona reputazione?

Quando si comprano prodotti di fascia lata si hanno più sicurezze, ma se si opta per qualcosa di economico è normale porsi delle domande.

Perché il costo è più basso?

Perché il brand non è famoso?

Perché la qualità lascia a desiderare?

Questo purtroppo non si può sapere in anticipo, o forse sì?

Secondo la nostra opinione vale la pena investire un po’ di tempo cercando le recensioni degli acquirenti e assicurarsi che il brand sia affidabile e che i prodotti siano realmente come descritti.

Certo, può capitare di ricevere un prodotto guasto o difettato, ma in questo caso è sufficiente chiederne la sostituzione o la riparazione obbligatorie per le leggi sulla garanzia.

Ovviamente, a fronte di numerose recensioni negative, occorre invece porsi qualche domanda e chiedersi se non sia meglio guardare altrove.

La garanzia è obbligatoria, ma i metodi in cui se ne può usufruire possono essere diversi.

Ad esempio?

Alcuni marchi possono prevedere una sostituzione immediata dell’oggetto, altri ne prevedono la mera riparazione.

Nel secondo caso si dovrà attendere un periodo di tempo in cui verrà effettuata la riparazione.

Controllare le tempistiche non è una brutta idea: sicuramente potrai sopravvivere senza microfono per una o due settimane, ma alcuni marchi hanno tempistiche davvero lunghe.

Parlando di garanzia ed eventuali restituzioni, sostituzioni o riparazioni, si consiglia di valutare anche dove comprarlo.

Meglio un negozio di strumenti musicali non troppo distante da casa, in modo da poterlo raggiungere senza difficoltà in caso di bisogno.

Se opti per l’acquisto online, scegli un sito di buona reputazione e con il quale possa essere semplice fare resi e richieste di sostituzione.

Accessori extra di cui avrai bisogno

microfono-professionale

Alcuni produttori mettono in vendita dei kit completi, che potrebbero risultare interessanti per alcuni utenti.

Gli accessori possono costare molto se acquistati separatamente, per questo dei bundle possono essere appetibili.

Se hai già tutto l’occorrente potrai optare per l’acquisto del solo microfono, ma se hai bisogno di pop-filter, aste o altro potresti trovare queste offerte particolarmente allettanti.

Di quali extra si può aver bisogno?

Innanzitutto di un filtro pop, ovvero un “dischetto” con tessuto simile a quello dei collant, che va posizionato davanti al microfono per attenuarne l’effetto “popping”, che in parole povere è il suono provocato dall’impatto dell’aria emessa mentre si parla (o canta) e che ha un effetto “esplosivo” quando colpisce il diaframma.

Altro elemento fondamentale è il cavo, che viene fornito generalmente insieme al prodotto.

Controlla attentamente quale tipo di connessione è prevista e accertati di possedere gli ingressi adatti.

Se si parla di prodotti con connessione XLR, devi sapere che i microfoni a condensatore ahnno bisogno di essere “alimentati” tramite quello che si chiama “Phantom Power”, o che puoi trovare scritto come “+48V”.

Se non viene attivato il pahntom, i modelli a condensatore non funzionano.

Se stai valutando un XLR molto probabilmente hai già, o intendi comprare, un mixer o una scheda audio.

Di solito il phantom power è presente su questi dispositivi, ma conviene sempre verificare.

Se vuoi invece collegarti direttamente al computer, scegli un modello USB.

Altro accessorio è l’asta: la vuoi da terra? Oppure meglio un treppiede da tavolo?

O ancora un braccio meccanico da attaccare alla scrivania o al muro?

Oltre all’asta ti potrebbe servire anche il cosiddetto “ragno”, ovvero un supporto particolare da applicare all’asta e a cui fissare il microfono.

Grazie a questo supporto, il microfono rimane “sospeso”.

Chiaramente anche gli accessori devono essere di qualità, altrimenti meglio comprarli a parte.

Un’asta o un braccio poco stabili potrebbero rompersi a breve, rischiando anche di far cadere il nuovissimo microfono.

Se prendi gli accessori a parte, assicurati che siano compatibili!

|Ci sono modelli molto costosi, come il Telefunken Elam-251 della serie diamond, che super i 27.000 euro!

Cos’è un microfono a condensatore?

Questi microfoni sono indispensabili per registrare alcuni strumenti in studio.

Questa tipologia è quella che più spesso si trova negli studi di registrazione, per questo un prodotto di questo tipo viene comunemente definito anche microfono da studio.

La frequenza è molto più alta, così come la risposta ai transienti.

Il suono è più chiaro e naturale e viene ripreso ogni dettaglio della voce (o dello strumento).

Sono validi i microfoni a condensatore?

Se utilizzati al meglio e correttamente sì!

Ovviamente dipende anche dal prodotto in questione: un dispositivo di fascia alta renderà meglio di uno più economico.

Tuttavia ci sono molte alternative abbordabili di buona qualità!

Altro fattore da considerare è il tipo di strumento da registrare, in quanto suoni molto forti (ad esempio quelli emessi da alcune parti della batteria) non sono adatti a questi microfoni e richiedono invece dei dinamici.

Dovrei prendere un microfono dinamico o a condensatore?

Dipende da cosa devi registrare e dall’ambiente e contesto in cui lo userai.

Esibizioni live? Voci molto forti come in alcuni generi musicali (metal)? Strumenti musicali acustici ad alto volume?

In questi casi meglio un dinamico.

Se devi registrare in un ambiente di casa e ci sono forti rumori, essi potrebbero rientrare nelle registrazioni usando un condensatore.

Si parla ad esempio di stanze con finestre che danno su una statale molto trafficata.

Cosa bisogna prendere in considerazione quando si acquista un microfono a condensatore?

Uno dei fattori principali da osservare è la frequenza.

I modelli che captano molto bene le frequenze media e alte sono ideali per voci e chitarre, mentre quelli che rispondono meglio alle frequenze basse sono migliori per i bassi

.

Conclusioni

Ora hai compreso le diverse tipologie di microfoni a condensatore e dovresti essere in grado di effettuare la scelta perfetta.

In caso di scelta di un USB, se hai dubbi di compatibilità, contatta il venditore o il produttore prima di comprare il prodotto!

Se opti per uno “standard” con collegamento XLR ricordati che dovrai possedere un alimentatore phantom, oppure il dispositivo risulterà inutilizzabile.

Diaframma stretto o largo?

Figura polare?

Questa scelta spetta solo a te in base alle tue necessità.

Ricorda che anche al scelta degli accessori è importante: grazie ai supporti più adatti al tuo caso, potrai utilizzare il dispositivo nel modo a te più comodo e gradito.

Lascia un commento