I 9 migliori microfoni dinamici per registrazioni e live

Sei alla ricerca di un microfono?

Devi esibirti live o registrare in studio?

Stai pensando di prendere un dinamico ma non sei sicuro che sia la scelta giusta?

Stai ancora valutando se sia meglio questa opzione o un condensatore?

Oppure ne sei certo ma non sai quale scegliere tra i tanti modelli in commercio?

Te ne serve uno con particolari caratteristiche?

Hey! Non preoccuparti!

Farsi domande è fondamentale, giusto e importante.

Se le risposte ti sembrano difficili da trovare, abbiamo una buona notizia!

Nel nostro articolo ti spiegheremo in modo semplice tutto quello che dovresti sapere per individuare il miglior microfono dinamico in base alle tue esigenze, aspettative e budget!

Qual è il miglior microfono dinamico?

Innanzitutto cercheremo di capire se questa è davvero la scelta giusta per te.

Una volta appurato che la tua decisione finale va fatta tra i vari modelli dinamici, vedremo insieme le caratteristiche principali dei vari prodotti presenti sul mercato.

Troveremo dispositivi con filo, altri wireless, così come modelli ideali per voci e altri per particolari strumenti musicali.

Altro fattore fondamentale: la scheda tecnica.

Impareremo a leggerla, in modo da poterla comprendere al meglio ed effettuare una scelta consapevole.

Ovviamente sappiamo che molti di noi hanno un budget, quindi conoscere le caratteristiche dei microfoni e comprenderle sarà fondamentale per poter individuare prodotti con un buon rapporto qualità prezzo.

1. Miglior Microfono Dinamico Professionale Senza Cavo Shure SM58-Lce

microfono-dinamico-Shure

Uno dei classici: se vuoi andare sul sicure l’SM58 non ti deluderà.

Utilizzato anche da famosi musicisti e cantanti durante i live, è un ottimo prodotto adatto a tutti i livelli.

Probabilmente è il modello più popolare al mondo, noto per la sua affidabilità.

Si tratta di un cardioide, che offre il massimo guadagno prima del feedback e un ottimo rifiuto dei suoni fuori asse.

La risposta in frequenza è studiata appositamente per la voce.

Ottima anche la resistenza all’usura, grazie alla griglia in acciaio e la costruzione in metallo.

Il filtro incorporato riduce il vento e il rumore del respiro.

Nella confezione troverai anche un astuccio, una fascetta, il supporto da attaccare all’asta.

Il cavo non è incluso, ma potrai trovarne uno facilmente.

Dove comprarlo?

In qualsiasi negozio di musica o anche negli store di vendita online.

Potrai sceglierlo della lunghezza ideale per te.


2. Microfono Dinamico Per Live Rode M1

microfono-dinamico-Rode

Dopo aver conquistato il mondo con i suoi condensatori a basso prezzo e di ottima qualità, Rode propone anche un modello per live.

I dinamici M1 di Rode sono robusti, seppure abbastanza leggere i poco ingombranti.

Grazie a un design sofisticato i rumori di utilizzo sono quasi completamente soppressi.

Il suono risulta caldo e allo stesso tempo ben definito.

Costruito in metallo e plastica, pesa 360 grammi.

Il colore è nero e antracite e la griglia è di tipo sferico.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche abbiamo una sensibilità di -56 dB, una frequenza dai 75 ai 18000 Hz.

La tecnologia di connessione è di tipo cablato e l’attacco per il cavo richiede un XLR, come da standard.

In dotazione troviamo un’astuccio, il supporto per l’asta e l’adattatore, in modo da poter adattare il supporto in base all’asta in possesso.


3. Microfono Dinamico Studio Samson Q2U

microfono-dinamico-Samson

Vorresti un modello utilizzabile sia live che a computer?

Oggi basta guardarsi in giro: il mercato offre di tutto!

In questo caso lo offre Samson, con un palmare che trova molteplici utilizzi.

Può infatti essere utilizzato come un normale dispositivo durante i live, ma anche trasformarsi in un microfono PC in un secondo.

Come?

Presenta la tipica connessione XLR, ma anche un uscita USB.

Potrai in questo modo collegarti direttamente al computer e registrare senza bisogno di mixer o schede audio per la connessione al PC o Mac.

L’interruttore permette di attivare e disattivare il dispositivo in qualunque momento.

In dotazione troviamo un cavo XLR, un cavo USB, un filtro anti-vento, l’attacco per l’asta, un treppiede per posizionare il mic sulla propria scrivania durante le registrazioni a computer.

Un prodotto più economico rispetto all’acquisto di due dispositivi diversi per i differenti utilizzi.


4. Microfono Dinamico Cardioide AmazonBasics

microfono-dinamico-AmazonBasics

Amazon stessa propone un cardioide ideale per l’amplificazione della voce.

Il filtro antivento e anti-pop integrati offrono un suono nitido e pulito dai rumori di fondo e utilizzo.

Risulta ideale sia per uso quotidiano che occasionale, per attività quali discorsi in pubblico, esibizioni musicali dal vivo, podcast, registrazioni, ecc.

Realizzato in zinco pressofuso con finitura in smalto opaco e testa con griglia in acciaio, risulta molto robusto e resistente.

Non adatto per i professionisti, risulta un ottima scelta per gli entry-level.

In dotazione troviamo un supporto per asta e un cavo XLR/jack.

Sarà ovviamente possibile acquistare a parte un cavo XLR/XLR o un adattatore in caso di necessità.

Il colore del manico è nero/antracite, mentre la griglia è color argento e ha il top piatto.

Troviamo anche il tastino on/off sul manico, per attivare e disattivare il dispositivo in un secondo con un pratico gesto.


5. Microfono Dinamico AKG P3S 3100H00140

microfono-dinamico-AKG

Dalla notissima marca AKG, produttrice di alcuni dei microfoni più famosi al mondo, vediamo un modello ideale per gli entry-level.

Si tratta di un cardioide, ottimo pattern per ridurre feedback e rumori di fondo indesiderati.

La larghezza della banda della frequenza va da 40 a 20000 Kz.

Il connettore XLR è placcato oro 24 carati e troviamo anche il pratico tasto on-off sull’impugnatura per accendere e spegnere il dispositivo in un clic.

La griglia è in metallo e il corpo in metallo pressofuso.

Evidenziando le alte frequenze, offre un suono cristallino e brillante.

Il dispositivo è total black, con logo bianco sul manico.

In dotazione troviamo un astuccio per custodire il prodotto e il supporto per l’asta.

Il cavo andrà quindi acquistato a parte.

Si potrà optare per un XLR/XLR o per un XLR/jack in base a dove si prevede di collegare il mic.


6. Microfono Dinamico Behringer SL 85S

microfono-dinamico-Behringer

Il marchio tedesco Behringer si è distinto per la produzioni di vari strumenti e accessori musicali a costi decisamente accessibili, che hanno conquistato in breve tempo il mercato degli amatori.

In questo caso parliamo del SL85S, un cardioide ideale per ridurre al minimo il rumore di fondo e il feedback.

L’uscita del segnale è elevata e troviamo anche un’ampia risposta in frequenza, per un suono brillante e cristallino.

A media frequenza abbiamo una presenza regolare, che offre un’eccellente proiezione vocale.

Il sistema integrato di supporto antiurto e il filtro antirumore sferico lo rendono robusto e durevole.

In dotazione vengono offerti il supporto da collegare all’asta e una custodia resistente agli urti.

Troviamo il comodo tasto on/off sul manico, che permette di accendere e spegnere il dispositivo in modo semplice e immediato.

Il manico è di colore nero, mentre la griglia è di color argento.


7. Microfono Dinamico Stagg SDM70

microfono-dinamico-Stagg

In questo caso vediamo un dispositivo ottimo per il rullante!

Se sei un batterista rimarrai sicuramente sorpreso dal prezzo allettante di questo prodotto.

Ha una cartuccia DC18 e una bobina mobile.

La sensibilità è pari a 54 dB +/ 3 dB.

La risposta in frequenza va da 50 Hz a 15 Khz e l’impedenza in uscita è di 600 Ohm 30% (a 1 Khz).

Il connettore è un XLR bilanciato e incluso troviamo un cavo Stagg da ben 5 metri di tipo XLR/XLR.

Il colore del dispositivo è nero antracite/grigio scuro e molto interessante è la custodia rigida per il mic.

E’ infatti una mini scatola di plastica dura con pratica maniglia per il trasporto.

Potrai quindi portarlo in tutta sicurezza in sala prove, senza timore di danneggiamenti durante il tragitto.

Il peso totale è di 4,54 grammi e il pattern polare è il tipico cardioide.


8. Microfono Dinamico Per Voce Weisre M-58

microfono-dinamico-QiCheng&LYS

Un altro unidirezionale con pattern polare cardioide lo presenta il brand Weisre.

Incluso nell’acquisto troviamo un cavo da 5metri XLR/jack 1/4 ” e un filtro anti-vento.

Il pratico interruttore ON/OFF posto sull’impugnatura permette di accendere e spegnere il dispositivo in modo semplice e veloce.

L’uscita ad alto segnale risulta ottima per voce e canto.

Presenta una costruzione robusta e il colore è total black.

Presenta delle bobine mobili unidirezionali dinamiche e il corpo è costruito con lega di alluminio-zinco, mentre la griglia è in acciaio anticollisione.

Offre una riproduzione fedele della voce umana e un buon bilanciamento delle basse frequenze.

La risposta in frequenza ha un range dai 50Hz ai 18KHz, la sensibilità va da -36dB a ± 3dB (0dB = 1V / Pa a 1KHz) e la massima pressione sonora in ingresso è pari a 136 dB.

Vediamo anche le dimensioni del dispositivo, che sono pari a 55,8 × 187 mm, mentre il peso è di 300 g.


9. Microfono Dinamico Tonor

microfono-dinamico-TONOR

Chiudiamo la nostra selezione con un altro cardioide, questa volta dal brand Tonor.

L’utilizzo dell’acciaio come materiale di costruzione ne assicura solidità, resistenza, per una lunga durevolezza.

Grazie al tasto on/off presente sul manico sarà semplice attivare e disattivare il dispositivo.

Compatibile con altoparlanti, amplificatori e mixer, richiede un cavo di tipo XLR.

Incluso nell’acquisto troviamo già un cavo XLR/jack.

In aggiunta il produttore offre un pratico filtro anti-vento, nonché un manuale per un utilizzo e una manutenzione corretta.

La freqeunza va da 80 Hz a 12 kHz, la sensibilità è di -54dBV/Pa e l’impedenza è di 200 Ohm.

La distanza consigliata tra bocca e griglia è di 5 cm o meno.

Il prodotto è totalmente di colore nero.

Se vorrai comprare un’asta, ricorda di prendere anche l’attacco e di verificare che sia compatibile con il manico del dispositivo.


Cos’è un microfono dinamico?

microfono-dinamico

Ci sono diversi tipi di microfono: microfoni a nastro, a condensatore, dinamici, microfono piezoelettrico, microfono ambientale, a USB…

Non occorre essere dei tecnici del suono e conoscerli tutti a fondo: per iniziare basta capire qual è la tipologia più adatta al proprio caso.

Iniziamo quindi a porci la domanda principale: ho bisogno di un dinamico o no?

Vediamo le differenze e in quale caso un’opzione è preferibile all’altra.

Per le esibizioni live non c’è alcun dubbio: meglio i dinamici.

Perché?

Perché i condensatori sono studiati per registrare ogni piccolo dettaglio e per questo sono perfetti per registrare in studio.

Usando un condensatore durante un live si rischierebbero numerosi problemi dovuti alla rientranza nella capsula degli altri strumenti sul palco, il rientro dell’audio delle casse o delle spie.

I dinamici trovano posto anche in studio.

Sono ideali per registrare voci e suoni ad alto volume e suoni provenienti da amplificatori.

Quindi sono ottimi per registrare la chitarra dall’amplificatore, particolari strumenti ad alto impatto sonoro e anche alcune tipologie di voci, in quanto adatti a sopportare alti livelli di pressione sonora.

A livello vocale sono una scelta spesso effettuata per la registrazione di brani trap e rap, nonché particolari generi metal dove il cantante utilizza una timbrica molto “forte”.

I dinamici sono particolarmente resistenti, questo è un altro motivo per cui sono ottimi per i live.

Captano bene i suoni prodotti vicino alla capsula, mentre isolano tutti i rumori di fondo.

Possono essere una buona alternativa anche per registrarsi a casa nel caso si viva in un luogo particolarmente trafficato: in questo modo i rumori provenienti dalla strada non rientrerebbero nella registrazione.

La maggior parte dei dinamici non richiede l’alimentazione phantom.

Guida all’acquisto per scegliere un microfono dinamico

microfoni-dinamico

Costruzione

Una costruzione di alta qualità influisce notevolmente sulla durabilità del dispositivo.

Il design dovrebbe quindi essere robusto.

Su molti modelli troviamo una griglia, solitamente cilindrica o tonda, che protegge la capsula interna da urti accidentali.

All’interno della griglia troviamo un filtro di spugna, che raccoglie l’umidità e funge da anti-vento.

Se devi usare il dispositivo per attività simili al karaoke, o per far parlare diversi soggetti durante una manifestazione, meglio usare dei filtri anti-vento, non tanto per il vento in sé ma per una questione igienica.

Inoltre potrai proteggere i microfoni da cadute accidentali che si verificano spesso quando messi in mani poco esperte.

Prestazioni

La maggior parte dei modelli avrà un modello polare cardioide.

Cos’è?

Indica l’area attorno alla capsula che viene “captata” dal dispositivo.

Cardioide prende il nome da “cardio”, quindi da “cuore”.

Posizionando il dispositivo in orizzontale, con la capsula rivolta verso la fonte del suono (bocca, strumento o ampli), il raggio di azione si espande nella parte frontale, riducendosi man mano che ci si sposta verso il lato opposto.

Otteniamo quindi una figura simile a un cuore con punta arrotondata.

Anche la gamma di frequenze va analizzata e deve offrire una ripresa nitida.

Le frequenze percettibili dall’orecchio umano vanno dai 20 ai 20.000 Hz.

Riduzione del rumore

La tecnologia di riduzione del rumore è un fattore da prendere in considerazione: aiuta ad attenuare il rumore di fondo, evitando rientri, distorsioni e simili.

Flessibilità

Se hai bisogno della massima flessibilità potrebbe essere utile optare per un modello wireless.

I wireless sono più costosi e vanno scelti con cura in modo che abbiano la possibilità di cambiare le frequenze.

Quando ci sono altri dispositivi wireless nei paraggi, essi possono infatti entrare in conflitto se sintonizzati sulla stessa frequenza.

I wireless inoltre richiedono delle batterie per poter funzionare.

Il cavo è molto più comodo per altri aspetti: permette di risparmiare, non ci sono problemi di interferenze e può essere scelto della lunghezza ideale per non essere troppo ingombrante né troppo corto.

Ovviamente anche il cavo va scelto tra modelli di qualità, robusti e di lunga durata.

Non dimenticare di avere sempre con te un cavo di scorta!

Utilizzo

donna-che-utilizza-il-microfono

Leggere attentamente le specifiche è utile per verificare che il dispositivo si adatti alle proprie esigenze.

Oltre alla risposta in frequenza di cui abbiamo già parlato, considera che alcuni modelli attenuano appositamente alcuni range di frequenze.

Attenuando le basse si ha meno rimbombo, attenuando le alte si riduce invece il rumore indesiderato ad alta frequenza.

Possono anche essere progettate in modo da evitare l’effetto di prossimità, ovvero l’effetto per cui più si avvicinano i microfoni alla fonte del suono, più aumentano le basse.

Troverai probabilmente un grafico EQ che ti renderà facile capire come il dispositivo è stato progettato per “gestire” le frequenze.

Altro

Una custodia per il trasporto è sicuramente utile.

Spesso viene offerto un astuccio, a volte imbottito e a volte no.

Valuta se il tipo di trasporto può essere “pericoloso” e, nel caso, acquista una valigetta rigida imbottita.

Altro accessorio pressoché indispensabile è l’asta.

Talvolta può essere inclusa nei kit, altre volte andrà acquistata a parte se già non la si possiede.

Il supporto da attaccare all’asta viene solitamente fornito, in quanto non tutti i microfoni sono compatibili con lo stesso supposto.

A volte potrebbe essere necessario utilizzare degli adattatori da inserire tra asta e attacco del supporto.

|I cantanti con voci ad alto volume, prediligono l’utilizzo dei dinamici anche in studio di registrazione!

Qual è la differenza tra un microfono dinamico e un microfono a condensatore?

I dinamici sono migliori quando si devono catturare suoni forti, in particolare in situazioni live, mentre un condensatore viene utilizzato per catturare suoni più delicati e frequenze più alte (per esempio la registrazione di voci in studio).

Curioso è il modello ae2500 della Audio Technica, che ha due capsule, una dinamica e una a condensatore.

Un microfono dinamico è il migliore per registrare le voci?

I dinamici sono eccellenti per la registrazione della voce, dal podcast alle voci fuori campo, al canto.

Non sempre è il migliore: in alcuni casi preferibile un condensatore.

Un microfono dinamico richiede alimentazione?

No, o almeno nella maggior parte dei casi, non necessitano di alimentazione.

I dinamici attivi necessitano infatti di un alimentatore.

Si può registrare con un microfono dinamico?

Assolutamente sì!

In alcuni casi è preferibile al condensatore.

Conclusioni

Dopo aver visto le principali tipologie di microfoni e aver capito qual è l’ideale per te, non ti rimane che selezionare le varie opzioni che rientrano nel tuo budget e trovare quella più adatta in base alle sue caratteristiche.

Potrai valutare le varie risposte in frequenza, il pattern polare, la pressione sonora…

Anche il tipo di connessione è importante, anche se la maggior parte richiede un connettore di tipo XLR.

Ricorda anche di controllare cosa è incluso nell’acquisto e di provvedere a comprare gli eventuali accessori mancanti.

Lascia un commento