I 7 migliori mandolini: Guida all’acquisto

Fammi indovinare.

Ti piacerebbe imparare a suonare uno strumento musicale facile da suonare e allo stesso tempo originale e poco inflazionato. Ci ho preso?

Beh, in questo caso abbiamo una proposta da farti: perché non rivolgere la tua attenzione al mandolino?

Questo strumento a corde della tradizione italiana oggi è tornato cool e di moda, pur incarnando a pieno la tradizione. In più, somiglia ad una mini-chitarra a 4 corde e con meno posizioni da imparare.

Se ti abbiamo convinto, tutto ciò che devi fare è trovare un insegnante capace e avere i mezzi per scegliere il miglior mandolino tra i vari presenti sul mercato.

Come? Ti basta proseguire nella lettura!

Qual è il migliore mandolino?

Precisiamo subito alcune cose: se pensi che il mandolino sia una semplice chitarrina a forma di scodella, stai commettendo un errore.

Esistono moltissimi tipi di mandolino diversi per forma, stile e rapporto qualità prezzo.

Meglio un mandolino più economico o uno di fascia alta?

Meglio usato o nuovo? E di quale stile mi conviene prenderlo per imparare a suonare il mandolino?

Per aiutarti a trovare risposta a tutti questi dubbi, abbiamo deciso di darti tutte le info necessarie e la nostra recensione dei prodotti più validi presenti sul mercato. Continua a leggere e avrai le idee chiarissime!

Iniziamo dalla lista dei 7 migliori mandolini:

1. Mandolino stile Florentine – Goldtone

Mandolino Gold Tone GM-70+

Iniziamo con un mandolino florentine (chiamato spesso anche F-Style) che fa dell’estetica e della qualità del suono i suoi cavalli di battaglia: si tratta del modello GM-70+ dell’azienda Goldtone.

Il mandolino florentine sembra una piccola chitarra: è dotato di sfiziose buche ad f – molto simili a quelle dei violini – e produce un suono molto più naturale e “stridulo”, particolarmente adatto a generi folk come il country e la bluegrass.

Nel dettaglio, questo mandolino ci offre:

  • Tavolo in legno massello bombato.
  • Tastiera e ponte in ebano, di alta qualità e ottima resistenza all’usura.
  • Doppia azione diapason.
  • 8 corde in 4 coppie, con accordatura mandolino classica di Sol-La-Re-Mi.
  • Colorazione rosso sunburst.

Si tratta di un prodotto valido sia per imparare a suonare, sia per chi ha già dimestichezza con gli strumenti a corde. Il rapporto qualità prezzo molto vantaggioso lo rende una delle scelte più appetibili per chiunque voglia avvicinarsi al mandolino acustico.


2. Mandolino napoletano in doghe di noce ed acero – Musikalia

Mandolino Musikalia

Il secondo mandolino di cui vogliamo parlarvi è un modello di mandolino napoletano, stile tradizionale, della marca Musikalia.

È un prodotto di fascia medio-alta, che gode di una qualità davvero alta dei materiali e dei vari componenti:

  • Corde mandolino d’acciaio, straordinariamente resistenti.
  • Tavola armonica in legno massello di abete, doghe del fondo in legno di noce e acero.
  • Tastiera in legno di noce mansonia serigrafata e manico in legno di mogano.

La fattura completamente artigianale di questo mandolino acustico lo rende irresistibilmente old-style e ricco di dettagli vintage. È perciò particolarmente indicato a tutti i musicisti che non vogliono rinunciare all’eleganza e alla cura del particolare.

Le caratteristiche interessanti però non finiscono qui:

  • Accordatura mandolino in Sol-La-Re-Mi, regolabile.
  • Buca classica ovale

Insomma, un prodotto perfetto per imparare a suonare il mandolino, ma anche per i musicisti più esperti che cercano uno strumento che restituisca fedelmente la magia della tradizione.


3. Mandolino bluegrass elettrificato in abete laminato – Soundsation

Mandolino SOUNDSATION BMA-100ES

Passiamo ora ad un ottimo esempio di mandolino elettrico (o meglio, elettrificato) bluegrass, che può essere collegato ad un amplificatore e a vari pedali effetti.

Si tratta del BMA-100ES della Soundsation, un prodotto che non si distacca molto dalla fascia di prezzo dei precedenti ma che, a parità di costo, offre delle caratteristiche del tutto peculiari:

  • Fondo e fasce laterali in legno compensato di tiglio.
  • Il top è realizzato in abete laminato secondo lo F-Style, con buche ad F come quelle dei violini.
  • Tastiera di noce a 23 tasti.

L’estetica accattivante e moderna e il colore arancio e nero, conferiscono a questo mandolino bluegrass una contemporaneità inaspettata rispetto ad altri strumenti a corde di questo tipo.

Parlando delle peculiarità:

  • Spinotto inferiore per il collegamento ad amplificatore via jack.
  • Pick-up magnetico alla buca.
  • Borsa inclusa con l’acquisto, per portare il tuo mandolino elettrico sempre con te!

4. Mandolino elettrico bluegrass – Stagg M-50 E

Mandolino Stagg M-50 E

Ad un prezzo leggermente inferiore rispetto al precedente ma comunque molto buono, abbiamo il mandolino elettrico per bluegrass M-50 E della marca Stagg, dedicato a chi desidera un mandolino che conservi ottima suonabilità, eleganza nel design e uno stile fortemente rock!

Sono proprio la colorazione redburst, le buche ad F e i controlli “volume” e “tone” esposti sul fronte dello strumento a donargli l’aspetto di una chitarra elettrica in miniatura.

Altri dettagli fondamentali per conoscere questo mandolino elettrico:

  • Sistema pickup con controlli per volume e tono integrati e facilmente accessibili.
  • 8 corde mandolino, organizzate in 4 corde doppie.
  • Legno di mogano orientale che conferisce un look esotico davvero accattivante.
  • Cordiera in metallo nichelato
  • Fori ad F

La verniciatura è molto ben rifinita, il suono è praticamente perfetto per suonare cover di ogni genere musicale, anche se questo mandolino elettrico nello specifico è concepito per la bluegrass.

Ottimo per imparare ma anche per chi è già un veterano del mandolino!


5. Mandolino A-Style acustico elettrificato fatto a mano – Alomejor

Mandolino Alomejor

Come alternativa ai modelli elettrici che abbiamo appena visto, vogliamo proporti un mandolino decisamente più economico: si tratta del prodotto di punta della Alomejor, un mandolino la cui qualità non lascia affatto trasparire il basso prezzo.

È un mandolino elettrico A-Style, adatto a suonare praticamente qualsiasi genere musicale grazie al suono molto dolce e delicato, che consente cover particolarissime.

Vediamo qualche caratteristica più nel dettaglio:

4 corde doppie che lo rendono estremamente semplice da suonare.

Design moderno e colore arancione lucido gli donano un’estetica estremamente giovane e accattivante.

Suono limpido e dolce.

Venendo alle specifiche che riguardano invece l’aspetto “elettrico” di questo mandolino:

  • Collegabile ad amplificatore o effetti, per personalizzare il suono al 100%.
  • Corpo elettroacustico, perfettamente adatto alla pratica o a piccoli concerti.

Sicuramente è un buon prodotto per iniziare a suonare il mandolino, dato il rapporto qualità prezzo davvero buono. Meno indicato, invece, per un professionista che cerchi uno strumento di qualità superiore.


6. Mandolino acustico a goccia con buca ovale – Blue Moon

Mandolino Blue Moon GR31006

Eccoci ad un mandolino davvero bello da vedere, con corpo fatto a mano e dettagli mozzafiato: il mandolino GR31006 della Blue Moon, con un prezzo tutto sommato contenuto, riesce ad offrire tutto ciò che ci si aspetta da un buon mandolino acustico.

Si tratta di un classico modello a goccia, dal design moderno e dalla qualità sonora fedele all’immaginario. Andando più nel dettaglio delle specifiche, questo prodotto presenta:

  • Buca ovale
  • Verniciatura sunburst scuro, dall’aspetto cool e moderno.
  • Ponte regolabile
  • Peso di soli 1.5 kg. Puoi portarlo dove vuoi senza alcuna fatica!

Ci troviamo quindi di fronte ad un mandolino acustico elettrificato di buona fattura, particolarmente adatto per chi non ha pretese di professionalità e praticamente perfetto per iniziare a prendere dimestichezza con lo strumento, senza dover spendere una fortuna.


7. Mandolino francese piatto a 8 corde – Privitera

Mandolino Privitera

L’ultimo prodotto che abbiamo scelto per voi è una chicca da veri intenditori: si tratta del mandolino francese piatto, prodotto dalla nota azienda siciliana Privitera, marca che è da anni sinonimo di qualità e garanzia senza paragoni. E, infatti, questo mandolino francese non fa eccezione.

Prodotto dalla tradizione di questa azienda di maestri liutai, questo mandolino con fondo a scodella racchiude esattamente ciò che cerca qualunque appassionato di traduzione musicale:

  • 8 corde doppie.
  • Design tradizionale, con fondo a ciotola con doghe di acero massello e decorazione floreale a livello della buca.
  • Buca classica di forma ovale.
  • Tavola in abete massello in finitura beige, proprio come nei modelli dei primi del ‘900.

Si rivela la scelta più azzeccata per chi desidera tenere tra le mani uno strumento vero, autentico, che rispecchi la tradizione sia nell’estetica che nelle sonorità. Adatto a tutti, principianti, esperti e, perché no, anche collezionisti.


Mandolino: Guida all’acquisto

un mandolino

Acquistare il mandolino giusto può rappresentare una sfida per chi è alle prime armi con gli strumenti a corde.

Ne esistono davvero tanti modelli, che non differiscono soltanto nell’estetica: esistono mandolini A-Style, F-Style, quelli più adatti a generi musicali folk, quelli che invece producono un suono più dolce e adatto a suonare tutte le tue canzoni preferite. In base agli obiettivi che ti prefiggi, esiste un mandolino che può soddisfarli pienamente.

Per questo motivo, abbiamo deciso di scrivere una piccola “guida all’acquisto”, così da orientarti al meglio verso la scelta più adatta alle tue esigenze.

Quali caratteristiche considerare quando si compra un mandolino?

Il mandolino fa della compattezza e della semplicità i suoi punti di forza. Per questo motivo, specie per i principianti, consigliamo l’acquisto di un modello base, piccolo e senza troppe caratteristiche accessorie.

Per non annoiarti con lunghe sessioni di pratica fine a se stessa, ti serve un mandolino che ti permetta fin da subito di strimpellare un paio di canzoni, così da esercitarti con maggiore piacere.

A parte questo, andiamo a scoprire nel dettaglio che cosa un mandolino ha da offrire, per conoscere meglio questo strumento ed essere certi di sapere ad occhi chiusi quale scegliere.

Quanto costa un mandolino?

mandolini

Se cerchi un mandolino di ottima qualità, puoi trovarne sul mercato a partire da 150€.

Al di sotto dei 300€ puoi trovare tutta una serie di modelli di mandolino napoletano, mandolino acustico, mandolino siciliano dalle caratteristiche tutto sommato simili, per quanto riguarda la qualità dei materiali e la resa sonora complessiva.

Valuta attentamente la scelta da fare: se decidi di mettere da parte qualche soldo in più, potrai godere di uno strumento a corde di alto livello, che potrà accompagnarti per molto, molto tempo.

Inoltre, se scegli fin dall’inizio un mandolino di buona qualità, potrai sempre rivenderlo più avanti, quando vorrai fare un upgrade: sull’usato di questi strumenti musicali c’è un fervente mercato!

Mandolino A-Style o F-Style?

Gran parte dei mandolini hanno una superficie liscia sul davanti, mentre sono curvati a livello del fondo. Il manico è tendenziamente arcuato a livello dell’estremità superiore.

Al di là di queste caratteristiche comuni a tutti i mandolini, esistono delle diversità tra alcuni modelli che giustificano la differenziazione in vari “stili”. I più comuni sono i mandolini “A-Style” e “F-Style”.

  • Mandolino A-Style: questo tipo di mandolino emette un suono più dolce e “canonico” rispetto all’F-Style, che è per gli amanti del timbro più acuto e leggermente dissonante. Questa caratteristica lo rende adatto a suonare praticamente ogni genere musicale. Di solito ha la buca di forma ovale.
  • Mandolino F-Style: ha una storia più recente e deriva dal modello originale Gibson, particolarmente gradito agli amanti del country e del bluegrass per via del suono più secco e “sgangherato” che produce. Solitamente questo tipo di mandolino ha due buche ad F, in maniera del tutto simile a quelle di un violino.

Il mandolino A-style è generalmente più economico ma mantiene un rapporto qualità prezzo comunque ottimo. Per questo motivo, un principiante dovrebbe scegliere tra i due modelli scegliendo solo in base al suo gusto estetico (e, ovviamente, al budget a disposizione).

Mandolino napoletano a ciotola

Mandolino

Oltre ai modelli A-style e F-style, esistono dei mandolini classici con retro a ciotola, molto spesso conosciuti anche come mandolino napoletano.

Questo tipo di strumenti musicali sono diretti ad un pubblico che cerca un mandolino più tradizionale, sia nell’estetica che nel suono, rispetto alla maggior parte dei modelli moderni che si trovano oggi sul mercato.

Il mandolino napoletano può trovare una sua collocazione in contesti particolari, come ad esempio una band folk o rievocativa.

Tuttavia, nonostante sia più economico di quelli più moderni, non è la scelta ideale per imparare a suonare questo affascinante strumento, in quanto molto spesso sono di qualità inferiore.

Mandolino acustico, elettrico o elettrificato?

Nonostante nasca come strumento acustico, esistono al giorno d’oggi moltissimi modelli di mandolino elettrico o elettrificato.

A meno che non si abbia l’esigenza specifica di cimentarsi con uno strumento elettrico, è probabilmente meglio iniziare a capire un mandolino come si suona partendo dalla versione acustica.

Questo perché un mandolino elettrico ha bisogno di un amplificatore e tutta un’attrezzatura specifica che andrebbe acquistata a parte, con un notevole esborso economico.

Legno massiccio o laminato?

Come per le chitarre acustiche, anche i mandolini possono essere realizzati in legno massello oppure in un legno laminato, con costruzione a strati.

Quello che cambia tra questi due stili è la qualità del suono: senza dubbio, un mandolino acustico realizzato in legno massello suonerà meglio, donando una maggior risonanza e accuratezza del suono.

Tuttavia, esistono diversi mandolini in laminato che mantengono una buona qualità e si trovano in vendita ad un prezzo molto più basso dei corrispettivi in legno massello. Questi possono essere una valida alternativa per iniziare a suonare il mandolino, prima di passare ad un modello più avanzato.

Acquisto un mandolino nuovo o usato?

Cerchiamo di non stare a girarci troppo intorno: il mandolino è uno strumento piuttosto delicato e, specie se sei un novizio, acquistare un mandolino usato può significare assumersi un bel rischio.

Essi infatti possono avere problemi strutturali o di accordatura mandolino che, alla lunga, potranno compromettere il corretto apprendimento della tecnica per suonare il mandolino.

Esistono tantissime buone occasioni per quanto riguarda i mandolini, con modelli che offrono un rapporto qualità prezzo davvero vantaggioso.

Il nostro consiglio, per iniziare, è quello di scegliere un mandolino nuovo, magari più economico. Se poi vorrai proseguire ed investire in un modello migliore, avrai tutto il tempo per risparmiare quanto necessario per affrontare la spesa.

Che cos’è un mandolino?

Il mandolino è uno strumento che risale alla tradizione italiana della prima metà del XVII secolo. Appartiene alla famiglia degli strumenti cordofoni e si suona in maniera simile ad una chitarra classica. Ha quattro corde ed è caratterizzato, nella versione classica, da una forma tondeggiante e bombata. Di solito si suona con l’ausilio di un plettro.

Imparare a suonare il mandolino è difficile?

Imparare a suonarei il mandolino è facile, se comparato ad altri strumenti a corde. Si tratta di uno strumento leggerissimo e piccolo, su cui puoi esercitarti praticamente ovunque. Inoltre, esso ha soltanto 4 corde, meno della maggior parte degli altri strumenti a corde come la chitarra. Questo rende la lettura delle tablature molto più semplice.

Il mandolino si suona con il plettro o con le dita?

A parte qualche vezzo artistico, il mandolino si suona usando un plettro piuttosto che con le dita. Basta sorreggere il plettro tra pollice e indice, facendolo scorrere con fermezza tra tutte le corde del mandolino. Una volta fatta la giusta pratica, potrai divertirti a suonare accordi via via più complessi!

Il mandolino è più difficile da suonare della chitarra?

Se comparati, la chitarra è molto più difficile da suonare rispetto al mandolino. La ragione è molto intuitiva: ha più corde. Maggiore è il numero di corde che hanno gli strumenti musicali, più saranno gli accordi che dovrai imparare ad eseguire.

Quanto tempo ci vuole per imparare a suonare il mandolino?

Con una pratica costante, in 3 mesi si può raggiungere una buona padronanza del mandolino. Se hai un buon insegnante e sei pronto ad esercitarti per un’oretta ogni giorno, non dovresti impiegare più di 3 mesi per iniziare a suonare il mandolino in modo fluido. Per acquisire maestria nel suonare lo strumento occorre almeno un anno di studio.

Lascia un commento