I 7 migliori pianoforti digitali

Vuoi imparare a suonare il pianoforte?

Stai già studiando e ti serve un dispositivo idoneo alle esercitazioni a casa?

Stanco di tastiere troppo piccole, con tasti non adatti o con suoni non realistici?

Oppure cerchi una soluzione per i tuoi figli aspiranti pianisti?

Non tutti hanno lo spazio in casa per poter ospitare un vero pianoforte.

Anche quando budget e spazio non mancano si potrebbe prediligere un’opzione portatile per poter avere sempre lo strumento con sé in caso di esibizioni o vacanze.

Se queste sono le tue necessità, quello che ti serve è decisamente un piano digitale!

Magari hai anche già deciso di comprarne uno, ma sei indeciso sul modello?

Nessun problema!

Oggi ti spiegheremo come individuare il miglior pianoforte digitale!

Qual è il miglior pianoforte digitale?

Calcolando che viene scelto come migliore alternativa a un pianoforte verticale o a coda, indubbiamente il pregio principale di un modello valido deve essere la similitudine con le versioni “tradizionali”.

Non si parla chiaramente di estetica, ma di esperienza musicale.

Pedali, tipo e numero di tasti, sensazione al tatto… tutto deve ricordare il più fedelmente possibile un pianoforte acustico.

Se un pianista classico professionista cercherà a tutti i costi e compromessi di avere un “vero piano” a disposizione, per gli studenti e gli amatori questo desiderio spesso non è realizzabile.

Problemi di spazio, vicini di casa, necessità di trasportare lo strumento o desiderio di registrarsi senza troppa fatica a casa, rendono il modello digitale un’ottima scelta.

1. Pianoforte Digitale Classic Cantabile DP-50 WM

pianoforte digitale Classic Cantabile DP-50

Vuoi un dispositivo decisamente funzionale?

La Classic Cantabile offre un articolo dotato di tutte le funzioni necessarie.

Un elegante design e il colore bianco lo rendono perfetto per essere lasciato in mostra.

  • Tastiera piano da ottantotto tasti
  • 32 note di polifonia
  • 14 voci
  • 13 effetti

Tutto per un’esperienza del tutto simile a quella con i prodotti tradizionali acustici.

Non mancano le funzioni “tecnologiche” per collegarsi al computer o a altri hardware:

  • Split e Twin Piano
  • Uscita MIDI 
  • Funzione di registrazione integrata
  • Porta USB
  • Interfaccia MIDI 
  • 2 entrate jack per le cuffie
  • Metronomo integrato
  • Concludono la descrizione altri dettagli e le dimensioni:
  • 3 entrate per pedali
  • Altoparlanti
  • Dimensioni: 85 cm x 137 cm x 44 cm
  • Peso: 51 kg C.A.
  • Alimentatore, Panchetta e Cuffie in dotazione

2. Pianoforte Digitale Roland RP102

pianoforte digitale Roland RP102

Vuoi un aiuto nello studio?

Ecco un ottimo pianoforte per principianti, che offre non solo eccellenti caratteristiche, ma che integra anche numerose funzioni didattiche per facilitare l’apprendimento.

Tra le caratteristiche di base abbiamo:

  • Tasti: 88 come un vero pianoforte, tastiera pha-4 per una suonabilità espressiva
  • Dimensioni ridotte rispetto a un modello verticale, per una maggiore praticità
  • 3 pedali
  • Entrata per cuffie e auricolari per esercitarsi e suonare a qualunque ora senza disturbare vicini di casa e conviventi
  • Dimensioni 110 x 110 x 100 cm
  • Peso di 17.8 kg
  • Le già citate funzioni didattiche sono invece:
  • Funzioni didattiche integrate per agevolare lo studio a casaLezioni di piano online sulla piattaforma SKOOVE incluse
  • Connettività bluetooth per connettersi a smartphone o tablet e utilizzare applicazioni didattiche
  • Interfaccia semplice per utilizzare e sfruttare il dispositivo al massimo senza complicazioni

3. Pianoforte Digitale Yamaha P45B

pianoforte digitale Yamaha P45B

Un articolo dalle eccellenti proprietà, perfetto per chi non può permettersi un vero piano a causa degli spazi.

Lo stand è infatti di dimensioni ridotte e risulta quindi più facile da posizionare all’interno dell’ambiente domestico, rispetto ad altri articoli simili.

  • Dimensioni tastiera: 1326 x 154 x 295 mm
  • Dimensioni stand L85A: 1320 x 660 x 290 mm
  • Peso 11.5 kg
  • Dimensioni ridotte per salvare lo spazio

Ottimo dispositivo che offre un’esperienza il più simile a quella che si avrebbe con un modello tradizionale, unito però ai vantaggi della tecnologia moderna:

  • Tasti: 88 pesati
  • Effetti inclusi
  • Libreria con brani e tracce preregistrate integrata
  • Per quanto riguarda le connessioni?
  • Anche in questo caso non manca nulla:
  • Porta jack per cuffie
  • Porta per pedale sustain
  • Porta midi
  • Porta USB

4. Pianoforte Digitale Bianco Funkey DP-88

pianoforte digitale FunKey DP-88

Uno strumento eccezionalmente versatile e completo, che si si adatta in maniera eccellente alle esigenze dei musicisti che sono alla ricerca di un prodotto completo, ma facile da gestire.

Il design moderno fa sì che questo articolo possa essere utilizzato anche come complemento d’arredo, per un tocco di eleganza.

Tutti gli standard del piano:

  • Tasti: 88
  • 3 pedali
  • Funzioni tecnologiche per unire il classico al moderno:
  • 360 toni selezionabili
  • Accompagnamento preimpostato con 160 stili differenti 
  • Schermo in cristalli liquidi
  • Effetti disponibili di riverbero e coro
  • Metronomo integrato
  • Per quanto riguarda connessioni e dimensioni?
  • Jack per cuffie da 6,35 mm
  • Entrata e uscita MIDI 
  • Altoparlanti integrati
  • Dimensioni: 135 x 39 x 77,5 cm
  • Peso: 29,4 kg

5. Pianoforte Digitale Casio CDP-S100

pianoforte digitale Casio CDP-S100

Non hai molto spazio?

Vuoi un modello facile da riporre nei momenti di non utilizzo o trasportarlo con facilità alle prove o alle lezioni?

  • Dimensioni 1322 x 232 x 99mm
  • Peso: 10,5kg

Ottime prestazioni unite alle caratteristiche standard dei pianoforti tradizionali:

  • Tasti: 88
  • Polifonia 64 voci
  • Porta per pedale di sustain
  • Pedale sp-3 incluso
  • Ed ecco ciò che il “moderno” può offrire in più rispetto al “classico”, funzioni utilissime e apprezzatissime:
  • 10 toni
  • Metronomo
  • Effetti selezionabili di riverbero e chorus
  • 2 demo canzoni pre-registrate
  • Accesso USB
  • Porta jack per collegare le cuffie
  • Altoparlanti integrati
  • Alimentatore incluso
  • E se desideri uno stand elegante per dare anche un tocco di design alla tua casa, potrai comprare il
  • Supporto opzionale cs-46 disponibile nello store

6. Pianoforte Digitale Alesis Recital

pianoforte digitale Alesis Recital

Ecco da Alesis un prodotto dal prezzo interessante a cui non mancano le caratteristiche principali richieste da questa tipologia di strumento:

  • Tasti: 88
  • Dimensione dei tasti standard
  • I tasti sono in questo caso
  • Tasti semi pesati

Può essere alimentato tramite collegamento ad una presa elettrica oppure attraverso 6 pile di tipo D non incluse nella confezione.

Ideale per tutti coloro che desiderano un prodotto pratico da poter trasportare e suonare ovunque lo si desideri:

  • Alimentazione tramite 6 batterie di tipo D
  • Adattatore incluso nella confezione per collegarsi alla presa elettrica domestica
  • Dimensioni pari a 9.14 x 29.26 x 128.32 cm
  • Peso di soli 7,1 Kg
  • 2 altoparlanti integrati
  • Uscita per cuffie
  • Uscite RCA

Suoni ed effetti non mancano:

  • 5 suoni selezionabili: acustico, elettrico, synth, bass e organo
  • Effetti chorus e riverbero integrati
  • ingresso per pedale da sustain

7. Pianoforte Digitale RockJam 88

pianoforte digitale Rockjam 88

Un prodotto indirizzato principalmente ai principianti.

Vuoi un dispositivo abbordabile?

Allora potresti valutarlo!

  • Tasti: 88
  • Tasti semi-pesanti
  • Durezza dei tasti regolabile
  • 3 ingressi per pedali

Risulta poco impegnativo, ma estremamente facile da trasportare e utilizzare fuori casa:

  • Dimensioni di 125 x 29 x 7.9 cm
  • Peso 7 Kg
  • Alimentatore incluso
  • Alimentabile tramite batterie
  • Altoparlanti da 24 w integrati
  • Non mancano suoni alternativi e le connessioni principali per potersi collegare al computer o a un amplificatore:
  • Vari toni tra i quali scegliere per suonare nello stile preferito
  • Entrata USB
  • Porte MIDI
  • Uscita cuffie per non dover mai rinunciare a una suonata o alle esercitazioni a causa di vicini o conviventi
  • Uscita AUX per collegarsi a sistemi di amplificazione
  • Interessante la
  • Connessione per microfono, ottima per chi vuole accompagnarsi mentre si esibisce cantando

Guida all’acquisto del pianoforte digitale

Pianoforti-Digitali

Per capire quale scegliere, sicuramente la prima cosa da fare è informarsi sul dispositivo, sui vari modelli presenti sul mercato e su tutte le caratteristiche disponibili.

Trattandosi di uno degli strumenti musicali più diffusi, la scelta di sicuro non manca!

Quindi non sarà un problema trovare un negozio fisico o di vendita online dove comprarlo!

L’ampia scelta può però creare dubbi, ma rilassati: siamo qui apposta!

Di seguito vedremo tutte le domande giuste da porsi per effettuare l’acquisto perfetto!

Tipologie di tastiere

La prima cosa da controllare per scegliere una tastiera pianoforte, è verificare il numero dei tasti.

Purtroppo viene spesso usata una terminologia errata, che può portare i meno esperti ad effettuare acquisti non proprio consapevoli.

Se vuoi la cosa più simile a un vero piano, assicurati che il numero di tasti sia corretto.

Quanti tasti ha un pianoforte?

Un modello classico ha solitamente 88 tasti, che coprono sette ottave.

Nel conteggio sono inclusi sia i 52 tasti bianche, che i 36 neri.

Tipologie di tasti

I tasti devono avere la stessa grandezza di quelli del “fratello acustico”.

In atre tipologie di tastiere musicali possiamo infatti trovare tasti di dimensioni inferiori.

I tasti devono essere pesati, proprio come quelli del piano.

Ne esistono infatti tre tipologie: tasti pesati, semi-pesati e non pesati.

Cosa significa?

Quando si preme occorre esercitare un certo tipo di forza, che deve in questo caso essere pari a quella richiesta dai modelli tradizionali.

In commercio troviamo tastiere musicali che, a differenza dei pianoforti digitali, possono avere tasti semi-pesati, che richiedono una pressione inferiore, o addirittura non pesati.

Oltre all’esperienza fisica, i pesati offrono una dinamicità completa e in base al tocco e alla pressione possiamo avere suoni più o meno forti in termine di intensità.

Campioni e polifonia

I campioni sono delle “registrazioni” di singole note strumenti che si trovano nella memoria di una tastiera.

Chi sta cercando dei pianoforti digitali avrà probabilmente solo la necessità del suono del piano o al massimo dell’organo.

La maggior parte di questi modelli offre infatti solo queste alternative, mentre le tastiere hanno molti suoni e librerie che si possono utilizzare.

Questo avviene proprio perché si parla di utenti con necessità diverse.

Se quello che cerchi è proprio un’alternativa al pianoforte, investi in un piano di tipo digitale, possibilmente in quello che offre il suono di qualità migliore.

Altro fattore importante è la polifonia.

Cos’è?

E’ la capacità dello strumento di suonare contemporaneamente più di una nota.

Questo fattore è decisivo, in quanto un pianista di certo non farebbe granché con un prodotto che non offre una buona polifonia.

Esistono modelli, come quelli con polifonia a 192 note, che possono sembrare “esagerate”: chi può suonare tutti quei tasti contemporaneamente?

E se la tastiera ha solo ottantotto tasti come fa la polifonia a essere di 192?

Questo accade perché anche suonando contemporaneamente, ad esempio, 5 tasti, vengono richiamati campioni ed eventuali effetti, che “consumano” la polifonia a disposizione.

Connessioni

piano-digitale

Molto probabilmente l’uscita cuffia risulterà comodissima, per potersi esercitare a qualunque ora senza disturbare vicini o conviventi.

Altre connessioni presenti possono essere: quella MIDI, anche se attualmente molti produttori offrono solo l’USB e l’uscita audio.

A cosa servono?

Con l’USB ci si può collegare al proprio computer e utilizzare lo strumento con vari programmi che permettono di comporre e registrare.

Con la MIDI si possono controllare alcuni dispositivi secondari, come altre tastiere, moduli sonori o drum machine.

Le uscite di linea permettono infine di amplificarsi con un impianto audio o un amplificatore.

Questa uscita è assolutamente indispensabile per le esibizioni dal vivo.

Gli altoparlanti integrati offrono infatti un volume molto basso, sufficiente a sentirsi in casa, ma decisamente non adatto a un palco.

Il tuo primo pianoforte digitale

Arrivati a questo punto dovresti aver capito se davvero è questo ciò di cui hai bisogno, o se quello che cerchi è in realtà una tastiera.

Perché studi o vuoi suonare il piano?

Per essere un pianista? Oppure per imparare la musica e poter utilizzare le tastiere per suonare dei brani musicali completi con accompagnamenti o riprodurre e registrare con diversi campioni?

Se vuoi un piano, il tuo livello è sicuramente un fattore decisivo.

Se l’esperienza deve essere il più possibile simile a quella che si ha con un “vero” piano, il livello e le aspirazioni possono essere motivo di scelta tra un prodotto più economico o uno di marca, costoso, a lunghissima durata e con una qualità del suono migliore.

Passare a un prodotto di qualità superiore

Se opti per un dispositivo medio, ma vedi che la tua passione è in costante crescita, così come il tuo livello, potresti in futuro sentire la necessità di passare a un modello superiore.

Anche se i professionisti classici non hanno in genere una buona opinione dei modelli digitali e prediligono sempre i tradizionali, anche loro talvolta devono scendere a compromessi.

Esistono infatti pianoforti digitali di fascia alta, scelti da utenti esperti e che si esibiscono spesso.

I modelli digitali sono ottimi anche per chi vive in abitazioni particolarmente umide, dove un modello tradizionale si rovinerebbe.

Fattori da considerare prima di comprare un pianoforte digitale

Abbiamo già visto quando la scelta ideale è uno dei prodotti digitali.

Vediamo altri fattori importanti da considerare.

Pianoforte digitale o acustico?

Chi non vorrebbe un bel pianoforte a coda in casa?

Ecco perché molti utenti optano per i digitali.

Punto primo: non tutti hanno lo spazio necessario in casa.

Secondo: chi si esibisce dal vivo necessità di un dispositivo portatile, fatta ovviamente eccezione per le esibizioni in teatro dove non vi sono problemi per l’utilizzo di un acustico.

Terzo: i modelli tradizionali richiedono molte più cure e manutenzione.

Quarto: la possibilità di usare le cuffie risolve il problema delle limitazioni orarie delle esercitazioni.

Piano elettrico, digitale o tastiera?

Se la differenza con le tastiere è ormai più che chiara, lo è meno quella tra digitali e elettrici.

Un pianoforte elettrico e uno digitale non hanno grandissime differenze, ma è bene puntualizzarle.

Gli elettrici sono spesso sprovvisti di altoparlanti perché pensati per un utilizzo live e quindi sempre collegati a un impianto.

Altra caratteristica degli elettrici è la maggiore presenza di suoni ed effetti, nonché di altre funzioni simili a quelle delle tastiere.

La terminologia viene spesso utilizzata non correttamente, quindi potrebbe capitare di trovare diciture quali “pianoforte elettronico”.

Per quanto riguarda le tastiere troviamo invece spesso la dicitura “pianole”, solitamente utilizzata per indicare tastiere per bambini, piccole e portatili, con tasti molto più piccoli rispetto alle dimensioni standard.

Curiosità: in realtà la pianola è addirittura un altro strumento, chiamato anche autopiano, ovvero un piano che suona automaticamente.

Gamma di prezzi

pianoforte-per-principianti

La gamma di prezzi è decisamente vasta!

I modelli professionali superano i 2500 euro e hanno un feel incredibile e una qualità del suono superiore.

Fortunatamente esistono alternative per i principianti, che possono trovare modelli a basso prezzo più che adatti al loro livello.

Livello del musicista

Per i principianti si consiglia di puntare su modelli abbordabili, che offrano soprattutto un feel il più possibile simile a quello dei modelli tradizionali.

Per ricercare dettagli e suoni superiori c’è sempre tempo in futuro.

Tasti

Se il numero di tasti consigliato è 88, esistono comunque modelli che ne hanno un numero inferiore.

Com’è la sensazione?

Ok, abbiamo detto che i tasti devono essere pesati.

Non tutti sono però uguali.

Quelli con azione graduale del martello sono i più simili a quelli dell’acustico, con i tasti “inferiori” più pesanti rispetto a quelli delle ottave più alte.

Anche i materiali utilizzati possono essere ripresi dai modelli acustici, come i tasti in legno o in finto avorio.

Ti serve un dispositivo portatile?

Possiamo trovare principalmente due modelli: quelli “fissi” e quelli portatili.

I fissi sono molto belli da vedere e hanno delle basi da cui non possono essere estratti.

Sono ideali per chi prevede di lasciare lo strumento fisso nello stesso luogo, come uno studio di registrazione o una stanza della propria casa.

I modelli portatili sono più simili alle tastiere e possono essere riposti e trasportati con facilità in una custodi

Come sono i suoni?

Ovviamente dipende dal modello, ma la tecnologia di campionamento è così evoluta che alcuni dispositivi offrono addirittura campionamenti presi da pianoforti a coda vintage molto ricercati.

Cosa si intende con il termine pianoforte digitale?

Questo genere di strumento imita in tutto e per tutte il suono e le caratteristiche di un piano acustico tradizionale, ma implementa diverse funzioni tecnologiche.

Ad esempio, con molti modelli è possibile collegarsi con il computer o con lo smartphone, inoltre offrono la comoda funzione di poter suonare attraverso le cuffie in modo da non disturbare gli altri.

Dovrei acquistare un pianoforte digitale o una tastiera?

Le tastiere sono molto più economiche rispetto a pianoforti digitali, ma non offrono la sensazione di suonare un pianoforte originale.

Chi studia piano e necessita di uno strumento da poter utilizzare comodamente a casa e che permetta di apprendere in maniera più fedele come suonare uno strumento originale, deve optare per un digitale.

Quanto dura un pianoforte digitale?

In genere sono necessari 20 o 50 anni prima di richiedere una riparazione o la sostituzione.

I piani più costosi e di qualità superiore ci impiegano molti anni prima di danneggiarsi, ma in ogni caso le riparazioni su questi articoli sono semplici ed efficaci.

Il pianoforte digitale ha bisogno di essere accordato?

Sebbene anche questi strumenti possiedano martelletti e corde, non necessitano di venire accordati: ciò rappresenta un incredibile risparmio di denaro.

Si può imparare il pianoforte su un pianoforte digitale?

Naturalmente.

In effetti la funzione principale di questi strumenti è proprio quella di permettere di suonare uno strumento molto simile a quello tradizionale ma con un ampio risparmio di denaro e spazio.

Conclusioni

Ci siamo?

Beh, immagino di sì: ora avrai più chiaro cosa ricercare e come selezionare tra le migliaia di possibilità quelle più adatte al tuo caso.

Sicuramente là fuori esiste un prodotto con un buon rapporto qualità prezzo perfetto per le tue necessità!

Ti consigliamo di preparare un elenco completo di tutte le caratteristiche indispensabili al tuo caso, in modo da poter controllare le varie schede tecniche con la certezza di non dimenticare nulla di importante e fondamentale.

Se hai dubbi non esitare a contattare il venditore o il produttore!

Tantissimi auguri per la tua musica!

Lascia un commento